Scoprire noi stessi raccontando la nostra terra

Un progetto web-televisivo va a caccia dei segreti più intimi delle nostre città.

Vi siete mai chiesti cosa si nasconde sotto le più belle città d'Italia? Anzi, ripartiamo: sapete cosa si nasconde sotto il nostro centro abitato, in una piazza che poggia sul vuoto o nel cuore di una montagna? A queste curiosità potrà rispondere Scoprire, ciclo di puntate web e televisive che ha avviato una fiorente produzione di immagini sul sottosuolo dei centri abitati d'Italia. Scopriremo cos'è nascosto sotto un edificio storico o una strada, rovisteremo tra i segreti di un rudere e rintracceremo le origini di una chiesa o di una costruzione arroccata.

Perchè Scoprire, partendo da una semplice curiosità, farà luce sull'identità del Belpaese, poco nota ma affascinante. Ideatore del progetto è Marcello Polastri (anche su Facebook), Premio letterario L'Intruso e volto noto della tv. Seguitissima la sua recente partecipazione a Mistero, la trasmissione di Italia uno dove Polastri, calandosi sottoterra con Daniele Bossari, ha mostrato all'Italia intera un cimitero sotterraneo dimenticato sotto un ospedale.

Oggi Marcello, autore impegnato con la stesura di libri-inchiesta su storia e archeologia come i celebri "Cagliari, città sotterranea" e "Nero profondo - inchiesta", dagli archivi della memoria e dalle situazioni pericolose trae l'essenza del passato, rivolgendosi ai giovani "per offrire cultura a tutto tondo e per rendere la stroria più affascinante, sia per grandi e per piccini" racconta.

Con Scoprire verranno proposti con cadenza settimanale video su innumerevoli scoperte che, dopo una Kermesse di esplorazioni a Parigi e in varie città italiane, mira a far luce anche sull'identità della Sardegna: "isola di nuraghi e segni profondi lasciati dal tempo e dall'uomo".

Il progetto approderà in tv nel 2013 ma già si caratterizza con i video disponibili nel web, non ultimo il suo trailer incalzante (TRAILER)

In attesa della messa in onda in tv, ogni weekend sul web, quanti si iscriveranno (gratuitamente) al portale www.sardegnasotterranea.org potranno accedere con Scoprire a posticini da brivido come siti arcaici, villaggi minerari abbandonati, antiche necropoli, manieri medievali, tombe di giganti. Non solo: chiese sotterranee, prigioni, case delle fate, antiche necropoli. Sono solo alcuni degli argomenti programmati con la comparsa di figuranti e ricostruzioni storiche fedelissime ai costumi e agli usi del passato, grazie alla collaborazione di Nicola Di Mille e Mauro Pes. Lo spettatore potrà gustarsi un viaggio ideale tra epoche e costumi diversi e interagire con l'equipe esplorativa.

E voi, avete qualcosa da segnalare, qualche curiosità da proporre sulla vostra città? Se si, potrete scrivere al sito www.sardegnasotterranea.org e diventare parte integrante del progetto. Scoprire muore dalla voglia di occuparsi del "caso" da voi segnalato, anche in tema di valorizzazione delle ricchezze culturali, dei beni identitari e del territorio. A volte, una puntata televisiva trasmessa anche nel web è capace di addentrarsi e di scovare mondi lontani che inaspettatamente saranno a portata di un click.

LO STAFF. Un gruppo di  professionisti composto da storici, archeologi, speleologi e giornalisti coordinati da Marcello Polastri sono il team di Scoprire.  

SCOPRIRE è un progetto dell'associazione SARDEGNA SOTTERRANEA.ORG in collaborazione con vari enti privati e i Comuni italiani. Anche i cittadini potranno proporre argomenti e scrivere a: sardegnasotterranea@tiscali.it INFOLINE 339 8001616