Ministeri al Nord? Tra “bufale” e “propaganda” il ministro c'ha provato

Il Ministro della Difesa il 22 maggio scorso ha dichiarato che «pochi sanno che da due anni il mio ministero ha già una sede a Milano, presso la caserma di piazza Novelli. Io ho un mio ufficio, ma non ho fatto di questo un annuncio particolare». Ci credo che non ha mai fatto annunci particolari, ci mancherebbe altro! La caserma alla quale si riferisce La Russa è la sede del Comando 1^ Regione Aerea dell’Aeronautica militare ed è normale che il Ministro la possa utilizzare, come e quando vuole, per ragioni del suo incarico.

Infatti ogni caserma, ufficio, aeroporto, poligono, è parte integrante del Ministero diretto da La Russa e quindi il caro Ignazio, che per sua natura è un uomo modesto e non sembra aduso a particolari sfarzi, non ne ha mai fatto un vanto. Il suo ministero è l’unico che ha sedi in ogni angolo d’Italia. Da Agrigento  a Pordenone, passando per Cagliari e Otranto fino alle vette più inaccessibili delle Alpi e degli Appennini. Insomma, Ignazio è veramente un Ministro che rispetto agli altri potrebbe ben vantarsi di aver anticipato –e alla grande- l’Umberto padano; ma come abbiamo visto non è nel suo stile, lui si è limitato a citare solo la sua cara Milano.

Avrebbe potuto scegliere Quirra o Monte Venda o magari una bella nave come la Garibaldi cosi, tanto per variare e magari approfittare dell’occasione per conoscere nuovi luoghi pieni di quelle belle “esperienze” che la Difesa offre ai suoi dipendenti, e talvolta anche alle popolazioni civili. Comunque sulla questione è intervenuto il deputato radicale Maurizio Turco (cofondatore del Pdm), presentando una interrogazione (4-12036) perché a suo avviso l’annuncio del Ministro, così come è stato fatto, e nel contesto della discussione di quei giorni, poteva significare che realmente esistesse una sorta di secondo «Gabinetto ministeriale» le cui eventuali spese di gestione avrebbero potuto gravare ingiustificatamente sul bilancio della Difesa.

Quindi Turco gli ha chiesto quali siano state le ragioni di una simile dichiarazione e quali siano state fino ad oggi le eventuali spese sostenute per il mantenimento dell'ufficio di Piazza Novelli. Stranamente la risposta di La Russa non si è fatta attendere e incredibilmente pochi giorni fa ha testualmente affermato: “In merito ai quesiti dell’On. Interrogante, chiarisco che mi avvalgo per le esigenze di istituto, peraltro in modo non continuativo, di una infrastruttura, ubicata presso il Comando della Regione Aerea di Milano (sito in Piazza Novelli), il cui utilizzo, nel suo complesso, non comporta nuovi o maggiori oneri per il bilancio dello Stato.”.

Allora è come ho sempre sostenuto, è come la logica detta: a Milano non c’è mai stata una sede distaccata del Ministero della Difesa, ma, semmai, una delle tante caserme visitate di tanto in tanto da La Russa. Ministeri al Nord? Complimenti Ministro, “digiamo” che c’hai provato.

 

?