Commissione d'Inchiesta Umanitaria in attesa di consenso

Commissione d'Inchiesta Umanitaria in attesa di consenso
di Sara Maresca - Ufficio Stampa di Medici Senza Frontiere

MSF è stata informata che la Commissione d'Inchiesta Umanitaria è stata attivata ma sta aspettando il consenso di Stati Uniti e Afghanistan per avviare l'investigazione indipendente sull’attacco all’ospedale di MSF a Kunduz in Afghanistan, il 3 ottobre scorso.

“Abbiamo ricevuto scuse e condoglianze ma non è sufficiente. Non abbiamo ancora ricevuto alcuna spiegazione del perché un ospedale molto conosciuto e pieno di pazienti e staff medico sia stato ripetutamente bombardato per più di un’ora”, dichiara Joanne Liu, presidente internazionale di Medici Senza Frontiere. “Vogliamo capire come e perché sia accaduto”.

Sui social le persone continuano a mostrare il loro supporto postando foto e messaggi con cartello e hashtag #IndependentInvestigation (da Twitter, Facebook e Instagram).
In una "tagboard" dedicata sono già state raccolte centinaia di foto da tutto il mondo: https://tagboard.com/IndependentInvestigation/247230