"Vesta", la squadra di calcio high tech tra sport e tecnologia

'Vesta', la squadra di calcio high tech tra sport e tecnologia
di Askanews

Roma, 7 ott. (askanews) - "Vesta" è il nome della squadra che rivoluzionerà il sistema calcio e lo sanno già i numerosi personaggi dello spettacolo che da giorni ne parlano sui loro canali social. Attualmente iscritta alla terza categoria, il Vesta in meno di quattro anni punta alle leghe professionistiche. Dietro al progetto i giovanissimi imprenditori di Starting Finance Deal, principale brand di consulenza finanziaria per startup animato da un team under 30, insieme alla mente visionaria di Gian Luca Comandini, divulgatore tecnologico e massimo esperto in fatto di blockchain e criptovalute.Sport e tecnologia sono la stessa parola nel Vesta Calcio e lo conferma la partnership con MySoccerPlayer, l'azienda artefice di una telecamera di avanzatissima generazione che sarà installata sul campo a 180° e riprenderà tutta la dinamica della squadra - preparazione atletica, esercizi e partite - così da consentire uno streaming panoramico, h24 e in HD dell'intera vita del Vesta. Un sistema infallibile, dunque, per approfondire analisi tattiche, revisionare i cicli di allenamento ed esplorare insieme alla squadra, in un clima realmente comunitario, tutte le frontiere di miglioramento. Allo stesso scopo saranno poi di regolare utilizzo i dispositivi indossabili per il monitoraggio atletico e i sistemi d'intelligenza artificiale, promossi e presi in carico da uno staff integralmente under 25: "Attraverso le valutazioni a cui sottoponiamo tutti i calciatori mediante device IoT, tecnologie avanzate e tecnici qualificati", spiega Gabriele Ruffini, responsabile della preparazione atletica del Vesta, "ognuno sarà in grado di poter esprimere il proprio meglio. A nostro giudizio, un qualcosa di unico per questi livelli".All'interno del club arancio nero convivono la continua ricerca tecnologica e il fattore umano e, proprio a fissare ancor di più l'immagine del Vesta come una grande famiglia, abbiamo il record della squadra, la prima al mondo a tesserare e schierare in campo sette fratelli, figli e nipoti di campioni da generazioni: i fratelli Tramontano, sette atleti dai 16 ai 30 anni. Non solo: nel Vesta anche calciatori rodati che hanno da subito colto il potenziale disruptive di questa sfida, come Marco De Angelis, detto "Bum Bum", cresciuto nella SS Lazio, punta espertissima che per venti anni ha calcato i campi di tutta Italia."Puntiamo a entrare in un settore tradizionalmente conservatore e statico, ovvero il calcio che tutti vediamo in Tv, e vogliamo scardinarlo per sempre", spiega Gian Luca Comandini, cofounder di Vesta Calcio: "Una parte della movimentazione finanziaria della squadra sarà realizzata con tecnologia blockchain: diremo così basta a riciclaggio, corruzione, sponsor finti, denaro di dubbia provenienza e operazioni senza credibilità. Dimostreremo alla Federazione e alla Lega che l'innovazione nel calcio non è solo una possibilità, ma una necessità strategica"."Siamo imprenditori di mestiere e dinamici per vocazione", spiega Riccardo Carnevale, Presidente del Vesta Calcio: "Siamo pronti a portare nel Vesta intelligenze e importanti capitali e soprattutto a godere dei vantaggi derivati dal coinvolgimento costante di start up dinamiche e avveniristiche. Il nostro obiettivo? La serie A e sappiamo che ce la faremo".