Spazio, problemi nel volo-test della navetta Boeing "Starliner"

di Askanews

Cape Canaveral, 20 dic. (askanews) - C'è stato un problema nel volo test della nuova navetta spaziale CST-100 Starliner che la Boeing ha costruito per la Nasa e che dovrebbe essere utilizzata, assieme alla Crew Dragon di SpaceX, per riportare gli astronauti americani nello Spazio con una navetta "Made in Usa" dopo il pensionamento degli Shuttle nel 2011.Lanciata con un razzo vettore Atlas V dalla base spaziale di Cape Canaveral in Florida, la navetta ha avuto un inserimento in orbita "non nominale".In pratica, l'ultima accensione del motore per imprimere alla navetta l'accelerazione necessaria a raggiungere l'orbita della Stazione spaziale internazionale - a una quota di circa 400 km dalla superficie terrestre - non è avvenuta. La Starliner per ora resta stabile in un'orbita più bassa e sotto controllo ma al momento non si sa se potrà ritentare una nuova accensione per dirigersi verso la ISS, per cui l'attracco resta in forse.Stando ai programmi, la navetta avrebbe dovuto attraccare alla base orbitante 25 ore dopo il lancio e rimanerci per almeno 8 giorni per questo primo test che anticipa i voli con equipaggio umano. A bordo per questo lancio sperimentale si trovano un manichino, battezzato "Rosie", e uno "Snoopy" di peluche.Il comandante designato della prima missione con equipaggio della Starliner è Chris Ferguson, già comandante della navetta "Atlantis" con la Sts-135, ultima missione del programma Space Shuttle.