Spazio, in orbita col razzo Ariane satelliti sudcoreano e indiano

Codice da incorporare:
di Askanews

Kourou (askanews) - Vie dello Spazio particolarmente affollate nell'ultimo scampolo del 2018. Dallo Spazioporto europeo di Kourou, in Guyana francese martedì 4 dicembre alle 17:37 (ora locale) è partito il razzo Ariane con un prezioso carico di satelliti. Si è trattato del sesto volo dell'anno per il lanciatore francese: a bordo il satellite indiano per telecomunicazioni GSAT-11 e il sudcoreano GEO-KOMPSAT-2A.GSAT-11 è il 22esimo satellite indiano a essere lanciato da Arianespace ed è più grande e pesante mai costruito dall'agenzia spaziale indiana. Fornirà servizi di comunicazione con copertura a raggio multiplo sul continente indiano e le isole vicine. Un passo avanti per colmare il divario digitale in India nell'ambito di un programma che sfrutta la tecnologia spaziale per sostenere lo sviluppo nazionale, perseguendo allo stesso tempo la ricerca spaziale e l'esplorazione planetaria.Il satellite coreano Kompsat-2A, invece, secondo satellite sudcoreano messo in orbita dall'Ariane, fa parte di un programma di monitoraggio meteorologico del governo di Seoul.E proprio con la Corea del Sud, assieme all'Hanwha Systems Corporation, ha siglato di recente due importanti contratti l'azienda aerospaziale italiana Thales Alenia Space, joint venture tra Thales e Leonardo, già partner anche per il programma Kompsat-2. Obiettivo: lo sviluppo di una costellazione di 4 satelliti radar ad alta risoluzione di Osservazione della Terra, nell ambito del Progetto Korea "425 Project" della Agency for Defense Development (ADD). I satelliti acquisiranno immagini in HD che verranno utilizzate per operazioni di sorveglianza, controllo e intelligence di specifiche aree di interesse.