Spazio, le immagini dell'asteroide Bennu viste da Osiris-Rex

Codice da incorporare:
di Askanews

Milano (askanews) - Signore e signori benvenuti su Bennu. Questo sasso spaziale che vaga nel cosmo a milioni di km di distanza dal Sole è stato raggiunto lunedì 3 dicembre 2018 dalla sonda della Nasa Osiris-Rex dopo un viaggio durato più di due anni e queste sono le sue prima immagini registrate dagli strumenti ottici della sonda da distanza ravvicinata.Si tratta di una missione molto importante, innanzitutto perché per la prima volta nella storia delle conquiste spaziali la sonda Osiris-Rex raccoglierà dei campioni dal suolo dell'asteroide che riporterà sulla Terra nel 2023. Analizzandoli gli scienziati potranno conoscere maggiori dettagli sulla nascita e l'evoluzione del nostro sistema solare.Gli asteroidi, infatti, sono in pratica i resti dei blocchi di materia che hanno formato i pianeti e hanno permesso la vita. Quelli come Bennu, secondo la Nasa, potrebebro contenere risorse naturali, come acqua, sostanze organiche e metalli, risorse che potrebbero risultare fondamentali per le future missioni di esplorazione dello Spazio.Inoltre Bennu è uno dei corpi celesti considerati potenzialmente pericolosi per la Terra. Nel 2009 lo scienziato italiano Andrea Milani dell'Università di Pisa, scomparso proprio il 28 novembre 2018, studiando la sua dinamica orbitale, aveva calcolato che ci sono 8 possibili, per quanto improbabili, situazioni di impatto con il nostro pianeta tra il 2169 ed il 2199.