Spazio, ammartaggio avvenuto: Perseverance è arrivato su Marte

di Askanews

Houston, 19 feb. (askanews) - Tutto secondo programma; il rover della Nasa "Perseverance" è arrivato con successo sul suolo marziano, poco prima delle 22 ora italiana del 18 febbraio 2021. Queste sono le prime immagini che ha inviato alla Terra da Marte. In "7 minuti di terrore", come previsto, ha "ammartato" nel cratere Jazero, un ex lago prosciugato, dove passerà i prossimi anni a raccogliere campioni di terreno che, per la prima volta nella storia, verranno rispediti sulla Terra per essere analizzati anche per capire se su Marte ci sia mai stata la vita. Questo accadrà grazie a 2 missioni successive, con una importante partecipazione italiana, grazie all'Asi. Askanews ha sentito il presidente dell'Agenzia spaziale italiana, Giorgio Saccoccia. "È una missione complessa - ha detto - fatta in maniera internazionale dalla Nasa, con l'Esa e un fortissimo contributo italiano e, se tutto andrà bene, tra una decina di anni i nostri scienziati mondiali lavoreranno su questi preziosissimi campioni di suolo marziano per capire l'origine del pianeta Marte e la possibile evoluzione della Terra che potrebbe avere un futuro simile a quello di questo pianeta, così misterioso". Grande più o meno come un Suv e alimentato a radioisotopi, Perseverance si muoverà sulle sue 6 ruote raccogliendo campioni in provette che lascerà sul terreno. Ci penserà poi la missione Sample Retrieval di NASA ed ESA, nel 2026, con 2 bracci robotici italiani, realizzati da Leonardo, a recuperare le provette e a mandarle in orbita marziana con un piccolo razzo. Qui verranno trasferite su un altro veicolo per la terza missione, Mars sample return, che riporterà i campioni sulla Terra. In questo caso, l'azienda italiana Thales Alenia Space fornirà il sistema di comunicazione che consentirà la trasmissione dati tra Terra, Orbiter e Marte e progetterà l'Orbit Insertion Module. Tra l'altro, Perseverance ha portato su Marte un piccolo elicottero, Ingenuity che sarà il primo velivolo terrestre a volare nell'atmosfera di un altro pianeta e sarà anche dotato di microfoni per ascoltare i suoni del pianeta rosso.