Nobel per la Medicina all'uso dell'ossigeno nelle cellule: aperta la via a strategie contro anemia e tumori

dida:
TiscaliNews

Willian Kailin, Peter Radcliffe e Gress Semenza hanno vinto il Nobel per la Medicina 2019 per la scoperta del modo in cui le cellule utilizzano l'ossigeno.

Premi Nobel medicina 2019 (Ansa)

Questo meccanismo ha un'importanza cruciale per mantenere le cellule in buona salute e averlo scoperto ha aperto la strada alla comprensione di molte malattie, prime fra anemia e tumori. “Si tratta di uno dei meccanismi essenziali per la vita” ha spiegato l’Accademia nel dare ragione della scelta. Capirlo potrebbe avere implicazioni importanti per la cura di malattie come l’anemia, il cancro, o per l’adattamento del corpo all’alta montagna. L’ossigeno è essenziale per trasformare il nutrimento in energia. Viene sfruttato in particolare dai mitocondri: organelli presenti nelle cellule che vengono soprannominati le “centrali elettriche” dell’organismo. Accanto alle carotidi esistono delle cellule specializzate nel misurare la presenza di ossigeno (per la loro scoperta è stato assegnato il Nobel per la Medicina del 1938) che comunicano direttamente con il cervello e regolano il ritmo del nostro respiro.