Tiscali.it
SEGUICI

L’Oms lancia l’allarme per la misteriosa “Malattia X”, si rischia estinzione di massa

La nuova patologia, custodita in un laboratorio segreto, spaventa il mondo. Gli scienziati l’hanno inserita nella lista dei patogeni più letali

Roberto Zoncadi R.Z.   
L’Oms lancia l’allarme per la misteriosa “Malattia X”, si rischia estinzione di massa

La vita sulla Terra potrebbe essere ridotta ai minimi termini a seguito di un’epidemia incontrollabile causata da un patogeno mutante chiamato genericamente "Disease X", o più semplicemente “Malattia X”. A lanciare l’allarme è stata niente meno che l’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS) che ha inserito il nome nella List of Blueprint Priority Diseases del 2018, una lista di pericolosi patogeni che hanno la capacità di causare un’epidemia globale contro la quale non esiste una contromisura. Gli esperti del comitato dell’Oms, virologi, batteriologi e infettivologi, ne hanno ampiamente discusso lo scorso 7 febbraio nella sede di Ginevra e alla fine hanno deciso di inserire la malattia X tra le più famose ebola, Zika, Sars e febbre di Lassa.

SI rischiano milioni di morti in tutto il mondo

“La malattia X - spiegano gli scienziati - rappresenta la consapevolezza che una grave epidemia internazionale potrebbe essere causata da un agente patogeno attualmente sconosciuto”. “L’intensità del contatto umano e animale sta crescendo sempre di più con lo sviluppo del mondo, e questo - aggiunge Marion Koopmans, consigliere dell’Oms - rende più facile l’emergere di nuove malattie. Ma anche i viaggi e il commercio moderni rendono molto più probabile la loro diffusione”.

Governi devono prepararsi a minacce inaspettate

L’inserimento da parte dell’Oms della malattia X, patologia ancora sconosciuta ma che certamente già esiste all’interno di un qualche laboratorio segreto e che si teme possa sfuggire alle restrittive procedure di contenimento, per negligenza o a causa dell’azione di gruppi terroristici, ha come obiettivo quello di spronare i governi e le funzioni pubbliche a prepararsi anche su tipi di minacce inaspettate, così da trovare rapidamente delle soluzioni. Anche l’editing genetico e la sempre più ampia diffusione dei super computer spaventa gli scienziati dell’Oms, perché facilitano lo sviluppo di armi biologiche. Virus e batteri prodotti dall'uomo sarebbero inoltre più difficili da respingere, perché il corpo umano non ha immunità naturale.

Roberto Zoncadi R.Z.   

I più recenti

Spazio, la Nasa ha confermato la missione Dragonfly su Titano
Spazio, la Nasa ha confermato la missione Dragonfly su Titano
Al via a Friedrichshafen Aero 2024, 30esima edizione del Salone aeronautico
Al via a Friedrichshafen Aero 2024, 30esima edizione del Salone aeronautico
Roll out notturno per la navetta spaziale Starliner di Boeing
Roll out notturno per la navetta spaziale Starliner di Boeing

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...