Lampada di sale dell’Himalaya, l’allarme dei veterinari: “Per gli animali domestici può esser letale”

L’avvelenamento da sodio può esser molto pericoloso

Lampada di sale dell’Himalaya, l’allarme dei veterinari: “Per gli animali domestici può esser letale”
TiscaliNews

Molti proprietari di cani e gatti sanno bene che alcune sostanze disponibili nelle nostre abitazioni possono esser estremamente pericoloso per i nostri amici animali. Il cioccolato, ad esempio, può esser tossico per i cani, proprio come il caffè macinato lo è per i gatti. Ma l’elenco dei “veleni” è lunghissimo, e tra le varie sostanze ve ne sono alcune insospettabili. Tra queste anche il sale dell’Himalaya, che negli ultimi anni ha riscosso un grande successo anche in Italia, e che molti di noi possiedono come semplice cristallo o come più elegante lampada, in grado di rendere un ambiente più accogliente ma anche più pericoloso.

Sale dell'Himalaya pericoloso per i gatti

Il rischio, per alcuni ben noto, è stato ribadito da uno studio veterinario neozelandese che ha soccorso un micio venuto a contatto con il letale cristallo di sale. Ruby, questo il nome del gattino che ha rischiato di morire, "camminava in modo strano, non poteva sentire o vedere, non poteva nemmeno mangiare o bere correttamente perché non riusciva a utilizzare la lingua", racconta la proprietaria, la signora Maddie Smith. Inizialmente pensavano che potesse essere solo dovuto al freddo, ma lo stato di malessere si è protratto per molti giorni e la gattina stava persino peggio. La proprietaria di Ruby ha così deciso di portare la sua amata gattina dal veterinario. Lo specialista, dopo una prima visita, ha posto alla proprietaria una serie di domande mirate che gli hanno permesso di venire a capo del mistero: la gatta aveva ingerito sale dell’Himalaya.

Ruby ora sta meglio

“L'avvelenamento da sale è potenzialmente mortale per gli animali - si legge sul profilo Facebook della clinica - ed è un miracolo se Ruby è ancora viva. Le lampade di sale sono attraenti per gli animali che, una volta che ne sentono il gusto, non si staccano più”. Ruby adesso sta meglio, ma non è ancora fuori pericolo. Il caso, commentano i veterinari, sia di monito a tutti i proprietari di animali, ancor più per i possessori di gatti, in grado di raggiungere le zone più inaccessibili. Qualora il vostro micio dovesse manifestare difficoltà nella deambulazione o sintomi più preoccupanti, come vomito, convulsioni o diarrea, rivolgetevi ad un veterinario, perché potrebbero esser sintomi riconducibili ad un avvelenamento da sodio.