Italia al Ces, l'anello che trasmette il tatto di Weart

Codice da incorporare:
di Askanews

Las Vegas (askanews) - La realtà aumentata si arricchisce di un altro senso: il tatto. Al Ces di Las Vegas Weart, startup italiana, nata all'interno del Siena Robotics and Systems Lab e sviluppata grazie a e-Novia, ha presentato il suo dispositivo, a forma di anello, che permette di trasmettere le sensazioni tattili in tempo reale: ruvidezza, temperatura e pressione. Guido Gioioso è uno dei fondatori di Weart: "I prodotti che stiamo sviluppando sono pensati per la digitalizzazione del senso del tatto, possono essere visti come microfoni e casse per il senso del tatto, possono registrare sensazioni tattili che si hanno con superfici e oggetti nella vita di tutti i giorni e dall'altro sono capaci di riprodurre queste sensazioni a distanza per esempio in una videochiamata o anche associando queste sensazioni tattili registrate a un video che posso condividere o rivivere a distanza di tempo". Significa che se si guarda questo video tenendo in mano il dispositivo che riceve il segnale, quando passano le immagini delle mani che stringono o la tazza di acqua calda, sul dito si sente la stessa sensazione di calore. "Noi abbiamo sviluppato il primo prototipo, a marzo avremo il secondo, che si ridurrà della metà e sarà raffinato dal punto di vista tecnico e estetico" -