Innovazione e start-up, "Maker Faire Rome" in presenza al Gazometro

Innovazione e start-up, 'Maker Faire Rome' in presenza al Gazometro
di Askanews

Roma, 15 set. (askanews) - Innovazione e grande pubblico di nuovo a contatto. Grazie al costante avanzamento della campagna vaccinale, "Maker Faire Rome - The European Edition" (https://makerfairerome.eu), l'evento europeo più importante dedicato all'innovazione, promosso e organizzato dalla Camera di Commercio di Roma, torna puntuale anche quest'anno, ma con la grande novità della riapertura al pubblico, negli spazi del Gazometro Ostiense, dall'8 al 10 ottobre prossimi. Uno spazio vibrante e sorprendente: un simbolo concettuale, oltre che visivo, della volontà di innovare, trasformare, crescere. Il luogo perfetto per accogliere l'edizione 2021 di Maker Faire Rome.L'area del Gazometro occupa una superficie di oltre 12 ettari dove Eni - main partner della manifestazione - sta procedendo al costante recupero delle aree industriali e alle opere di bonifica. Un'area che si candida a trasformarsi in un ecosistema aperto dedicato ai nuovi modelli di business non emissivi e allo sviluppo di filiere imprenditoriali. Non a caso in questo perimetro di innovazione è stato inserito l'headquarter di Joule, la Scuola di Eni per l'Impresa, creata per promuovere la formazione imprenditoriale sostenibile e "ZERO", l'acceleratore "clean tech" della Rete Nazionale CDP che vede partecipare anche Lventure, ELIS, Acea, Maire Tecnimont e Microsoft. Negli stessi spazi in cui la Roma industriale aveva avviato nei primi del Novecento l'estrazione del gas dal carbone per dare energia all'industria e alla città, nasceranno progetti di innovazione tecnologica che contribuiranno agli obiettivi dell'Agenda 2030.Dai primi del Novecento, Ostiense significa "innovazione", "crescita", "sviluppo" per la città, e dalla città verso il mondo. Il Gazometro Ostiense è una testimonianza di quella vocazione: landmark, iconico e punto di interesse storico, visuale e paesaggistico, sta vivendo una trasformazione potente. Affacciato proprio sulle rive del Tevere, non smette mai di stupire turisti e romani per il modo con il quale si staglia sull'orizzonte della città e ne ridefinisce lo skyline.