In cielo c'è la Cometa dei Neanderthal: come e dove ammirarla

di Askanews

Milano, 13 gen. (askanews) -- INTERVISTA IN INVIATI- FOTO (CHIEDERE A CHICCO)- VIDEO https://www.youtube.com/watch?v=VRu3TS3MKLY - autore Dan BartlettL'hanno chiamata la "cometa dei Neanderthal", la vediamo in questo splendido video dell'astro-fotografo Dan Bartlett. Il nome lo deve al fatto che passa all'incirca ogni 50mila anni e l'ultima volta che si è affacciata da queste parti del sistema solare, sulla Terra c'erano appunto i Neanderthal che furono gli ultimi a vederla.Chioma verde e doppia coda; una di polveri di colore giallo e una di ioni di colore azzurro, la cometa C/2022 E3 ZTF in questi giorni raggiunge la massima visibilità, addirittura a occhio nudo (nelle giuste condizioni). Dopo aver lasciato il perielio, nel suo percorso di allontanamento dal Sole, infatti, il primo febbraio sarà alla minima distanza dalla Terra, a "soli" 45 milioni di Km. Per capire come ammirarla ne abbiamo parlato con l'astrofisico Gianluca Masi, del progetto Virtual Telescope."Sarà forse marginalmente visibile a occhio nudo - ha spiegato - nella migliore delle ipotesi, la potremo notare come un flebile batuffolo di luce solo osservando da cieli davvero bui, senza la contaminazione dell inquinamento luminoso e, soprattutto, l'assenza della Luna. Per l'ultima parte di gennaio converrà cercarla all'alba, la cometa si sta muovendo tra le stelle di Bootes e il Drago, poi s'insinuerà tra le Orse, Maggiore e Minore per poi portarsi più al centro del nostro cielo. Al momento è un oggetto binoculare, se ci sarà una visibilità ad occhio nudo sarà davvero molto modesta, tanto che sinceramente consiglio di adoperare almeno un binocolo".Attenzione però, gli appassionati che la cercheranno in cielo dovranno fare i conti con la Luna che potrebbe disturbarne la visione."Magari - ha concluso Masi - chi vuole comunque tentare di osservarla in quelle condizioni ideali, alla minima distanza da noi, senza l'intralcio lunare farà bene a concentrare i suoi sforzi, confidando nel cielo sereno, proprio l'1 e 2 febbraio nell'ultima parte della notte, quando la Luna tramonterà. Il Virtual Telescope Project mostrerà, in diretta, proprio nella notte tra l'1 e il 2, la cometa, attraverso i suoi telescopi robotici all'indirizzo virtualtelescope.eu".