Formazione ad hoc per superare i test di ammissione: ecco Futura

di Askanews

Roma, 21 giu. (askanews) - Formazione su misura per il superamento dei test universitari, grazie all'intelligenza artificiale: si chiama Futura, accelerata da LVenture Group, è la piattaforma che, grazie a sofisticati algoritmi, restituisce un report dettagliato con i punti di forza e di debolezza di ciascun studente e crea un percorso di studi ad hoc.Andrea Chirolli, Ceo di Futura. "Ogni anno migliaia di studenti a livello globale restano bloccati nell'imbuto formativo fra scuola superiore e Università per via dei test di ammissione. Futura è una startup che usa algoritmi di intelligenza artificiale per personalizzare l'apprendimento individuale e portare gli studenti al successo nei test di ammissione".La piattaforma consente di: fare simulazioni, assistere a videocorsi, avere un piano di studio giornaliero personalizzato e confrontare i propri risultati con la community degli utenti: "Il settore è molto importante e inoltre l'approccio prettamente tecnologico al mondo dell'education ci permette di democraticizzare il processo di apprendimento e di fornire uno strumento a migliaia di studenti in modo economico, facile da usare e soprattutto adatto alle sue esigenze".La piattaforma Futura è studiata in modo che ciascun iscritto abbia chiaro l'avanzamento della propria formazione, fino al giorno del test: "Uno studente entra nella nostra piattaforma, fa subito un test della reale complessità che affronterà il giorno del test di ammissione, sulla base dei dati raccolti creiamo un corso personalizzato e man mano che lo studente continua ad utilizzare la nostra piattaforma il percorso creato si adatta alle sue esigenze. Attualmente il 76% dei nostri studenti supera i test di ammissione".Sulle prospettive future, Chirolli spiega: "In futuro, entro la fine del 2021, contiamo di lanciare a livello internazionale concorsi di preparazione al Gimat, Lemcat e altri test a livello internazionale. Questo ci permetterà di portare le nostre tecnologie all'estero e di aiutare i nostri studenti su scala globale".