Scoperta nel cuore della Via Lattea una misteriosa fonte di energia

Anche se la sua origine è ancora sconosciuta, secondo gli astrofisici potrebbe essere legata alla inafferrabile materia oscura

Scoperta nel cuore della Via Lattea una misteriosa fonte di energia
TiscaliNews

Una misteriosa fonte di energia sotto forma di un eccesso di raggi gamma è stata individuata nel cuore della Via Lattea. A catturarla è stato il telescopio spaziale Fermi della Nasa. Anche se la sua origine è ancora sconosciuta, secondo gli astrofisici potrebbe essere legata alla inafferrabile materia oscura, che forma circa un quarto dell’universo.

Lo studio

È quanto emerge dallo studio pubblicato sulla rivista Physical Review Letters (Prl) dal gruppo del Massachusetts Institute of Technology (Mit) coordinato da Rebecca Leane e Tracy Slatyer. L’eccesso di raggi gamma, tra i fenomeni più energetici del cosmo, proviene da una regione sferica, che si estende per circa 5.000 anni luce in ogni direzione a partire dal centro della Via Lattea. L’ipotesi di partenza, elaborata nel 2015 dallo stesso gruppo del Mit insieme ai colleghi dell’Università americana di Princeton, era che alla base del segnale ci fossero delle stelle di neutroni con emissioni regolari come dei fari, le pulsar.

I nuovi calcoli

I ricercatori del Mit hanno adesso rivisto i loro calcoli. “Abbiamo utilizzato un nuovo modello, che apre le porte alla materia oscura”, ha spiegato Slatyer. Secondo gli esperti, l’eccesso di raggi gamma al centro della Via Lattea potrebbe essere dovuto a collisioni all’interno di una nuvola di materia oscura. Occorreranno, però, delle prove dirette per confermare questa ipotesi, sottolineano gli stessi ricercatori. “Siamo già a lavoro - ha concluso Slatyer - per capire le ragioni dei risultati differenti ottenuti rispetto al passato”.