Energia, Testa (Enea): al via progetto DTT, da BEI 250 mln euro

Codice da incorporare:
di Askanews

Roma, 19 set. (askanews) - "L'evento di oggi è importante perché celebriamo il finanziamento da 250 milioni di euro che la Banca europea degli investimenti ha concesso all'Enea per sviluppare un investimento di altissima tecnologia che verrà fatto in Italia, a Frascati, che verrà complessivamente più di 500 milioni di euro e da cui ci aspettiamo grandissime ricadute dal punto di vista della creazione di ricchezza. Questi investimenti di solito producono ricchezza quattro volte il valore dell'investimento e anche 500 addetti diretti e più di 1.500 nell'indotto. È un progetto molto importante perché si parla di riuscire a produrre in prospettiva energia attraverso la fusione nucleare, cioè la ripetizione in laboratorio del meccanismo di funzionamento del Sole, di produrre energia in maniera illimitata, a costi bassissimi, senza scorie, senza danni per l'ambiente. E questo è un successo per l'Enea, per l'industria italiana e per la ricerca italiana".A parlare è il presidente dell'Enea Federico Testa in occasione dell'evento organizzato nella sede dell'Agenzia per la firma dell'intesa con la BEI per il finanziamento da 250 milioni di euro del Divertor Tokamak Test, progetto italiano di frontiera sulla fusione nucleare per produrre energia sostenibile e sicura con rilevanti ricadute scientifiche, tecnologiche e occupazionali per il nostro Paese.