Tiscali.it
SEGUICI

L'eclissi ferma il Nord America, tutti pazzi per il sole nero. Milioni in viaggio, nozze di massa, hotel esauriti ed eventi

Naso all'insù mezzo continente, tra eventi speciali, scuole chiuse, stadi pieni, hotel esauriti, nozze di massa, esperimenti scientifici e le immancabili teorie cospirazioniste, da quelle apocalittiche a quelle politiche.

TiscaliNews   

L'intero Nord America, dal Messico al Canada, si è fermato per ammirare l'eclissi di sole, la prima del secolo ad attraversare i tre Paesi, dopo quella del 2017 che oscurò prevalentemente gli Stati Uniti. Tutti pazzi per il 'sole nero', che ha tenuto col naso all'insù mezzo continente, tra eventi speciali, scuole chiuse, stadi pieni, hotel esauriti, nozze di massa, esperimenti scientifici e le immancabili teorie cospirazioniste, da quelle apocalittiche a quelle politiche. Solo negli Stati Uniti si calcola un pubblico di oltre 200 milioni di spettatori, come se ci fossero stati 50 SuperBowl in contemporanea dal Texas al Maine. Senza contare i miliardi di persone in tutto il mondo che hanno assistito all'eclissi più social di sempre in tv o sul web.

Il sole nero è cominciato alla 12.39 locali sulle isole Cook nel Pacifico, quindi è apparso sulla costa del Messico vicino alla città di Mazatlan a metà mattinata per poi proseguire in 13 Stati Usa e nel Canada orientale, prima di spegnersi nell'Atlantico. Negli Stati Uniti la striscia d'ombra ha coperto un territorio abitato da quasi 32 milioni di persone, ma preso d'assalto da altri milioni di curiosi, appassionati o cacciatori di eclissi professionisti pronti a volare da un continente all'altro per assicurarsi il posto migliore, facendo impennare i prezzi di hotel, campeggi e case in affitto su Airbnb e generando - oltre ad un traffico pazzesco - un giro d'affari miliardario.

Video

Ma, nonostante le incertezze meteo, l'eclissi mania ha riguardato tutto il resto del Paese, dove il fenomeno era visibile in 48 su 50 Stati con percentuali variabili dal 20% della costa pacifica al 90% circa di quella nordorientale. Come a Washington, che ha visto migliaia di persone assembrarsi sul National Mall, con numeri vicini a quelli per i fuochi d'artificio del 4 luglio. O Manhattan, dove la gente si è assiepata sui tetti dei grattacieli, sulle rive dell'Hudson e lungo la costa che si affaccia sulla baia di New York. Ma le città che hanno avuto la fortuna dell'eclissi totale sono state altre, come San Antonio, Dallas, Indianapolis, Cleveland, Buffalo e, in Canada, Montreal, oltre alle cascate del Niagara, dove circa un milione di persone hanno atteso per vedere la 'nebbia' della famosa cataratta trasformarsi in una tonalità rosata. Di rigore gli occhiali speciali, che hanno scatenato una vera e propria caccia in tutti i posti in cui li vendevano o li offrivano gratis.

L'ombra della Luna ha attraversato la terra ad una velocità di 2.400 km/h camminando per 3 ore e 16 minuti fino alle 15.55 locali, quando si è tuffata nell'Atlantico. L'oscurità è durata mediamente più del solito, circa 4 minuti, durante i quali si sono registrati diversi fenomeni: abbassamento delle temperature di diversi gradi, comportamento anomalo di animali e piante e l'apparizione di una super corona del sole (per la concomitanza col periodo di massima attività solare), insieme a stelle e pianeti. Un'occasione rara per la Nasa, che ha ospitato oltre 100 eventi e condotto vari esperimenti, dal lancio di razzi all'osservazione del comportamento degli animali allo studio della corona solare. Ora per la prossima eclissi in Nord America bisognerà aspettare il 2044.

TiscaliNews   
I più recenti
Spazio, due nuovi astronauti europei assegnati a missioni sull'Iss nel 2026
Spazio, due nuovi astronauti europei assegnati a missioni sull'Iss nel 2026
Giornata della biodiversità, la schiusa dei pulcini di starna italica
Giornata della biodiversità, la schiusa dei pulcini di starna italica
Microsoft annuncia Copilot+, i pc con l'IA integrata
Microsoft annuncia Copilot+, i pc con l'IA integrata
Spazio, nella prima metà di luglio il debutto di Ariane 6
Spazio, nella prima metà di luglio il debutto di Ariane 6
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...