Nel mare c’è una strana creatura: l’avvistamento negli abissi che ipnotizza i ricercatori

A filmare lo strano essere un team di esperti che si trovava a bordo del 'Nautilus', la nave dell'organizzazione no-profit fondata da Robert Ballard (lo scopritore del relitto del Titanic)

TiscaliNews

Una strana creatura capace di cambiare forma e di aumentare la sua superficie corporea ha lasciato increduli i ricercatori di una spedizione che l’hanno avvistata a Baker Island nelle Pacific Remote Islands Marine National Monument nell'Oceano Pacific. Il team di esperti si trovava a bordo del 'Nautilus', la nave dell'organizzazione no-profit Ocean Exploration Trust fondata dall'oceanografo Robert Ballard (lo scopritore del relitto del Titanic) e hanno scovato questo strano essere a circa 790 metri di profondità.

La Deepstaria

Ma quella strana creatura no era ub essere alieno ma una Deepstaria, una medusa della classe degli Scifozoi o scifomeduse, caratterizzate dal corpo molto sottile, da un'ombrella molto estesa, dall'assenza di tentacoli urticanti e di lunghe braccia orali. Le scifomeduse riescono a muoversi contraendo e rilasciando l'ombrella e non avendo tentacoli urticanti aspettano in posizione verticale che le prede entrino sotto la grossa campana per poi chiuderla, intrappolandole.

L'intruso

All’interno della strana creatura ha trovato “casa” un piccolo isopode rosso, una specie di crostaceo che vive in associazione con la scifomedusa nascondendosi dai predatori e nel contempo cibandosi del tessuto della medusa.