Tiscali.it
SEGUICI

Razzi caricati con batteri modificati per forzare la pioggia nelle aree colpite da siccità

Lo ioduro d’argento non sarebbe sicuro come detto fino ad oggi. Madre Natura dovrà arrendersi all’uomo

Roberto Zoncadi R.Z.   
Razzi caricati con batteri modificati per forzare la pioggia nelle aree colpite da siccità

Madre Natura sembra destinata a chinare la testa e assecondare le esigenze dell’uomo. Già dalla fine degli anni sessanta, in molte aree colpite da siccità, gli scienziati si servirono della cosiddetta inseminazione delle nuvole per costringere i cumuli a scaricare il prezioso carico d’acqua su precise aree geografiche. Per farlo si sono sempre serviti dello ioduro d’argento, composto a reticolo covalente ritenuto fino ad oggi sicuro sia per l’ambiente che per l’uomo. Ora, tuttavia, un gruppo di giovani scienziati della facoltà di ingegneria di IPSA-Institut polytechnique des sciences avancées, che assieme agli studenti di biotecnologia dell'università francese Sup' Biotech ha collaborato con il Centre National d'Etudes Spatialise (CNES), ha annunciato che tale processo risulta potenzialmente pericoloso e, nel darne notizia, hanno presentato al mondo una soluzione alternativa che porta però al medesimo risultato.

Ioduro d'argento considerato ora pericoloso

Il progetto, nome in codice HighDr'O, promette un’inseminazione delle nuvole attraverso dei batteri ecologici (non pericolosi) che una volta dispersi nell'aria riescono ad alterare i processi microfisici all'interno delle nuvole generando la pioggia. Il gruppo di studenti universitari francesi, attraverso una start-up creata ad hoc, hanno come obiettivo quello di contribuire alla lotta alla denutrizione e alla fame causate dalla carenza di acqua. HighDr'O, presentato come primo progetto al mondo ad avvalersi di una tecnologia eco-compatibile, in grado cioè di evitare danni all'ambiente circostante, prevede l’utilizzo di un razzo che trasporta gli speciali batteri fino a 2 mila metri di altezza.

Sarà una vittoria dell'uomo su Madre Natura?

Giunti a tale altitudine, grazie a particolari processi microfisici, i batteri rilasciati innescano all’interno delle nuvole una reazione che genera la pioggia. In questo modo, evidenziano i giovani scienziati, sarà possibile dar vita a precipitazioni in quelle aree colpite da siccità e dai conseguenti fenomeni di denutrizione. Il progetto, ci tiene a precisare infine il team, è ancora in fase di test: si cercano i batteri più idonei allo scopo. Alla fine Madre Natura dovrà chinare la testa e arrendersi al potere dell’uomo.

Roberto Zoncadi R.Z.   

I più recenti

TikTok, nuova procedura Ue: nel mirino TikTok Lite e Reward Program
TikTok, nuova procedura Ue: nel mirino TikTok Lite e Reward Program
Gli Hoppers, i nuovi astronauti dell'Esa hanno conquistato le ali spaziali
Gli Hoppers, i nuovi astronauti dell'Esa hanno conquistato le ali spaziali
Olimpiadi 2024, Bach: Il Cio utilizzerà AI in modo responsabile
Olimpiadi 2024, Bach: Il Cio utilizzerà AI in modo responsabile
Spazio, la Nasa ha confermato la missione Dragonfly su Titano
Spazio, la Nasa ha confermato la missione Dragonfly su Titano

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...