Un asteroide grande quanto il Monte Bianco “sfiorerà” la Terra, occhi puntati al cielo: sarà visibile con un binocolo

L’oggetto, nome in codice 52768 (1998 OR2), passerà a 6,29 milioni di chilometri dal nostro Pianeta

Un asteroide grande quanto il Monte Bianco “sfiorerà” la Terra, occhi puntati al cielo: sarà visibile con un binocolo
TiscaliNews

Manca poco più di un mese al suo passaggio, ma l’attenzione degli scienziati attorno all’asteroide 52768 (1998 OR2) è grande. Non per i rischi rappresentati dal suo passaggio, che avverrà a distanza di sicurezza, pari a 6,29 milioni di chilometri, ma per le sue ragguardevoli dimensioni. La roccia spaziale, infatti, ha un diametro che gli scienziati del Center for Near-Earth Object Studies (CNEOS) della NASA stima possa aggirarsi tra gli 1,8 e i 4,1 chilometri. L’oggetto, già noto perché passato accanto alla Terra nella sua precedente visita risalente al 12 marzo de 2009, sarà visibile dall’Italia il prossimo 29 aprile.

Un osservato speciale insomma, perché l’impatto di un qualsiasi asteroide di diametro superiore a 1 chilometro potrebbe avere conseguenze drammatiche. "Sebbene abbia dimensioni paragonabili al Monte Bianco - afferma l'astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope Project di Roma - non rappresenta il minimo rischio per il nostro Pianeta, perché passerà a più di 6 milioni di chilometri". Il corpo celeste viaggia alla velocità di poco più di 8 chilometri al secondo e ha un diametro stimato tra i 2 e i 4 chilometri.

Ma quando sarà più vicino alla Terra "si troverà alla distanza di sicurezza di più di 16 volte quella media che separa la Terra dalla Luna - ribadisce Masi -. Non c'è, quindi, alcuna ragione di allarmarsi, perché non esiste alcun rischio di collisione". L’oggetto spaziale, che si muove alla velocità di circa 8,7 chilometri al secondo, appartiene alla classe dei cosiddetti asteroidi potenzialmente pericolosi. "Ma non facciamoci ingannare dal nome", conclude Masi. "Non vuol dire che è destinato a colpirci, ma che ha caratteristiche di grandezza e relativa vicinanza, anche se pur sempre di sicurezza, che gli fanno meritare quel rango e suscitano attenzione e interessi maggiori del solito".