Per 40 anni nessuno l’ha più vista ma l’ape gigante non si è estinta. Ritrovato un esemplare in Indonesia

La Megachile pluto può raggiungere una lunghezza di 3,9 cm e un'apertura alare di circa 6,3 cm

Per 40 anni nessuno l’ha più vista ma l’ape gigante non si è estinta. Ritrovato un esemplare in Indonesia
TiscaliNews

L'ape più grande del mondo è ancora sulla Terra. la Megachile pluto una specie che si pensava fosse ormai estinta poiché l'ultimo esemplare di questo insetto era stato osservato quasi 40 anni fa è ricomparsa in Indonesia.

Trovata l’ape gigante

Dopo giorni di ricerche infruttuose, mentre stava per rinunciare, un team di esperti della fauna selvatica ha trovato una femmina viva che ha fotografato e filmato. L’insetto, che prende il nome dal naturalista ed esploratore britannico Alfred Russel Wallace, che lo descrisse nel 1858, sembrava scomparso dal 1981, quando un’altra spedizione scientifica
guidata da Adam Messer aveva osservato alcuni esemplari su tre isole indonesiane e ne aveva studiato il comportamento. Poi, per 38 anni, nessuno aveva più visto l'ape gigante di Wallace.

Grande come un pollice

L'attuale scoperta è stata fatta da un team guidato da Clay Bolt ed Eli Wyman - scrive Newsweek - che ha organizzato una spedizione sull'isola indonesiana di North Moluccas e dopo cinque giorni di pazienti ricerche ha trovato un esemplare femmina che viveva in un nido di termiti su un albero a circa 2,4 metri dal suolo. Le femmine di questa specie possono raggiungere una lunghezza di 3,9 cm con un'apertura alare di circa 6,3 cm.

Le foto

Come spiega a BBC News il fotografo naturalista Clay Bolt, che ha scattato le prime foto e girato un video della specie viva, “E’ stato assolutamente mozzafiato vedere questo insetto “bulldog volante” che non eravamo più sicuri che esistesse e avere una prova reale proprio lì davanti a noi, in natura. Per vedere realmente quanto è bella e grande la specie dal vivo, sentire il suono delle sue ali giganti che ronzavano mentre volava oltre la mia testa, è stato semplicemente incredibile”.