Nobel per la Fisica 2019 a Peebles, Mayor e Queloz: le loro scoperte hanno fatto luce sull'evoluzione dell'Universo e sugli esopianeti

Il comitato: "Le loro scoperte cambiano per sempre le nostre concezioni del mondo"

dida:
TiscaliNews

Il cosmologo James Peebles e i planetologi Michel Mayor e Didier Queloz sono stati premiati con il Nobel per la Fisica 2019 per le loro scoperte relative alla radiazione cosmologica di fondo e ai primi pianeti esterni al Sistema Solare: scoperte che hanno cambiato la nostra immagine dell'Universo.

Il Nobel a Peebles

Il Nobel per la Fisica 2019 è dunque un riconoscimento condiviso. Al canadese James Peebles, 84 anni, è stato assegnato per il suo contributo alla radiazione cosmica di fondo, ossia l'eco del Big Bang che ha dato origine all'Universo. Nato a Winnipeg nel 1935, ha lavorato nell'Università americana di Princeton. A lui è assegnata la metà del premio.

James Peebles

Il Nobel a Mayor e Queloz

Gli svizzeri Michel Mayor e Didier Queloz dividono l'altra metà del premio per la scoperta dei primi pianeti esterni al Sistema Solare. Michel Mayor, 77 anni, è nato a Losanna nel 1942 e ha insegnato nell'Università di Ginevra. Con il collega Didier Queloz, che ha lavorato fra le università di Ginevra e Cambridge, ha scoperto nel 1995 il primo pianeta estero al Sistema Solare intorno a una stella simile al nostro Sole.

I planetologi Michel Mayor e Didier Queloz

Dopo l'annuncio dei vincitori del Nobel per la Medicina 2019 prosegue la serie di conferenze organizzate dalla Fondazione Nobel per assegnare i più ambiti e celebri fra i riconoscimenti scientifici. Mercoledì 9 ottobre alle 11:45 è previsto l'annuncio dei vincitori del Nobel per la Chimica.