Tiscali.it
SEGUICI

Salute: ragazzi italiani campioni di Cosplay, psicoanalista 'gioco che fa bene'

di Adnkronos   
Salute: ragazzi italiani campioni di Cosplay, psicoanalista 'gioco che fa bene'

Roma, 21 set. (Adnkronos Salute) - Si travestono per rappresentare personaggi di un film, di un cartone animato o di fumetto, come i giapponesi 'anime' e 'manga' , e persino di un videogioco. E spendono in media dai 113 ai 600 euro per i loro costumi. Sono i cosplay. I ragazzi e le ragazze italiane sono tra i numeri uno mondiali in questa 'arte' che a volte, per il forte coinvolgimento dei figli, preoccupa i genitori. Ma le mamme e i papà "possono stare tranquilli. Sono ragazzi e ragazze che coltivano una passione e che, nel percorso di somiglianza ai loro personaggi preferiti, sviluppano nuove amicizie e prendono maggiore consapevolezza di sé", spiega la psicoanalista Adelia Lucattini a poche settimane da importanti manifestazioni nazionali - Romics a Roma, Lucca Comics in Toscana - palcoscenico 'naturale' di questi travestimenti.

"Tanti ragazzi, considerati timidi e chiusi - continua - col tempo si sono sbloccati poiché indossare un costume aiuta a superare la timidezza poiché permette di attingere a una fiducia interiore che non si sapeva di avere. Inoltre, frequentando questo ambiente, trovano l’energia per costruire i loro costumi, la forza di uscire dal guscio protettivo della propria casa o stretta cerchia di amici, allargano la rete sociale, stringono nuove relazioni. Condividere la stessa passione, accomuna e avvicina, fa sentire di essere parte di un gruppo vivace, che attraverso un serissimo gioco delle parti, allontana tristezza e solitudine, regalando attimi di intensa felicità".

"Travestirsi e giocare a essere qualcun altro - aggiunge Lucattini - ha origini antiche. Come avviene in teatro, anche il cosplay è un veicolo di espressione che permette di giocare creativamente con la propria identità. È indubbio che il cosplay offra benefici psicologici a chi lo pratica. Tuttavia, come ogni attività, in alcuni adolescenti o giovani, più fragili, può essere estremizzato e divenire un’ossessione che non permette di uscire dal personaggio. Per molti rappresenta un modo per affrontare sotto mentite spogli, alcuni aspetti negativi o tristi della propria vita e per condividerli con gli amici con cui hanno in comune la stessa passione. In tutti favorisce un’appartenenza, ad un gruppo e a qualcosa di più grande, durevole, stabile e organizzato. È un luogo interno ed esterno, uno spazio transizionale, in cui rendere presenti i ricordi, far vivere i propri sogni, scoprire le attitudini personali e rivitalizzare i desideri".

Si sceglie un personaggio da interpretare, che magari ha affinità caratteriali con la propria personalità e aspirina valori simili a propri. "Questo aspetto si sente molto negli adolescenti", prosegue Lucattini. "È noto che quella adolescenziale è un’età in cui prorompono le emozioni e la creatività acquista una sua vitale autonomia, dove la costruzione dell’identità è un processo centrale. Il cosplay permette di giocare con le sfaccettature della propria identità: esplorandola, confrontandola con altri, conoscendola meglio".

In forte maggioranza di sesso femminile (83,3%), con 24 anni e 8 mesi di età media, i cosplayer italiani sono presenti in tutto il territorio nazionale, con una prevalenza della concentrazione al nord. Partecipano in media a 5 eventi all'anno (su tutte manifestazioni come Romics a Roma, Lucca Comics e Comicoon a Napoli) e che spendono una media di 113 euro per realizzare il loro costume, ma che in alcuni casi sostengono una spesa anche superiore ai 600 euro per il singolo abito.

di Adnkronos   
I più recenti
Benedetto Lavino eletto presidente di Cosmetica Italia
Benedetto Lavino eletto presidente di Cosmetica Italia
Droga: Iss, 950 nuove sostanze monitorate nel 2023 in Europa, 26 mai segnalate prima
Droga: Iss, 950 nuove sostanze monitorate nel 2023 in Europa, 26 mai segnalate prima
Sanità, al San Raffaele Milano nuovo centro di eccellenza contro l'obesità
Sanità, al San Raffaele Milano nuovo centro di eccellenza contro l'obesità
Farmaci, con semaglutide dimagriscono più le donne ma stessi benefici sul cuore
Farmaci, con semaglutide dimagriscono più le donne ma stessi benefici sul cuore
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...