Tiscali.it
SEGUICI

Medici famiglia: "Malattie stagionali a lunga durata, tosse anche 1 mese"

di Adnkronos   
Medici famiglia: 'Malattie stagionali a lunga durata, tosse anche 1 mese'

Roma, 23 feb. (Adnkronos Salute) - Nonostante la curva in calo dell'influenza e di altre patologie stagionali, "gli ambulatori dei medici di famiglia, in questo periodo, sono affollati a causa delle malattie respiratorie virali che quest'anno, come caratteristica, presentano una lunga durata. Insomma abbiamo meno casi, ma più controlli di persone preoccupate che vengono a farsi visitare per sintomi che permangono a lungo. La tosse, in particolare, può durare anche 4 settimane". A tracciare il quadro per l'Adnkronos Salute è Silvestro Scotti, segretario nazionale della Federazione dei medici di medicina generale (Fimmg).

"In passato - spiega - magari avevamo 10 casi e 1-2 visite a paziente. Ora, con soli 3 casi, seguiamo il paziente anche 3 o 4 settimane con frequenti controlli, perché dopo la fase acuta, caratterizzata da febbre, raffreddore e mal di gola, continuano ad avere tosse e irritazione delle prime vie aeree. Sintomi che creano ovviamente una preoccupazione nelle persone che, quindi, ci chiamano e reiterano richieste di visite". La situazione, secondo Scotti, "rappresenta, probabilmente, l'onda lunga post-Covid".

"Tutte le misure adottate in pandemia - ragiona - hanno determinato di fatto una perdita della memoria immunitaria in molti assistiti rispetto ai virus respiratori normalmente circolanti. Questo fa sì che si sia esposti a 'ripetizioni' di virosi, causate da virus diversi che trovano poche difese attive. E tutto ciò in una sorta di continuità. E questo crea un circolo, come se non si uscisse più dall'influenza". A tutto questo si aggiunge "che la nostra popolazione è sempre più composta da anziani, fragili, con una maggiore tendenza alle complicanze". Insomma, "nei nostri studi sono molti i pazienti che, a causa di reinfezioni continue, hanno la sensazione che la loro influenza duri un mese. E, dopo il Covid, i sintomi allarmano di più".

All'origine di queste 'code', un peso "c'è l'ha sicuramente anche la meteorologia - osserva Scotti - con i repentini cambi di temperatura, ma anche l'inquinamento, per quanto riguarda le grandi città".

di Adnkronos   
I più recenti
Iss, consumo alcol a rischio per un italiano su 6
Iss, consumo alcol a rischio per un italiano su 6
Schillaci, 'miglioreremo tetto spesa personale, abolizione entro l'anno'
Schillaci, 'miglioreremo tetto spesa personale, abolizione entro l'anno'
Dengue, da studio 'bussola' per anticipare in Italia possibili focolai
Dengue, da studio 'bussola' per anticipare in Italia possibili focolai
Da pediatri allerta pertosse, 3 morti da gennaio e +800% ricoveri
Da pediatri allerta pertosse, 3 morti da gennaio e +800% ricoveri
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...