Tiscali.it
SEGUICI

Liste d'attesa, Aiop "Bene Governo ma preoccupa allarme delle Regioni"

di Italpress   
Liste d'attesa, Aiop 'Bene Governo ma preoccupa allarme delle Regioni'

ROMA (ITALPRESS) - "Bene il Governo che, nella legge di Bilancio, ha previsto le risorse necessarie per il recupero delle liste di attesa. Ci preoccupa, tuttavia, l'allarme lanciato dalle Regioni e dalle Province Autonome, in particolare quelle che hanno problemi di equilibrio finanziario ormai da decenni. Fatta salva l'esigenza di tenere sotto controllo la spesa, infatti, è prioritario che su questi temi lo stanziamento per fare fronte all'emergenza risulti realmente aggiuntivo rispetto al FSN e immediatamente disponibile". Lo afferma Barbara Cittadini, presidente dell'Associazione italiana ospedalità privata, che aggiunge: "I fondi destinati a risolvere i problemi creati dalla pandemia, tra i quali quelli per lo smaltimento delle liste di attesa, che si sono allungate a causa del Covid-19, devono essere svincolati dagli equilibri di bilancio delle singole Regioni, in questo modo - continua - ciascuna di esse potrà beneficiarne concretamente, senza differenze su tutto il territorio nazionale".

Cittadini precisa: "Condividiamo e comprendiamo, quindi, la preoccupazione delle Regioni e riteniamo che vadano ascoltate ma, soprattutto, che si trovi il modo affinché le persone abbiano l'opportunità di trovare un'adeguata risposta alla loro domanda di salute, come diritto costituzionalmente garantito. Esiste la possibilità che i sistemi sanitari regionali vadano in disavanzo e questo, fanno notare i Governatori, non per una cattiva gestione finanziaria delle sanità regionali ma per un oggettivo aumento multi fattoriale dei costi, che, per altro, investe tanto la componente di diritto pubblico quanto quella di diritto privato del SSN". Prosegue la presidente di Aiop: "La sicurezza finanziaria deve arrivare dal vincolo di destinazione delle risorse aggiuntive, dal rispetto della specificità dei fondi e dall'ammontare predeterminato della spesa. Occorre, infatti, vigilare sul rispetto di questi vincoli e porre i giusti limiti sui vari capitoli dei bilanci delle Regioni che hanno precari equilibri a causa di deficit strutturali accumulati nel tempo, ma bisogna anche agevolarle nella spesa per la risoluzione di problematiche urgenti come l'accumulo emergenziale delle liste d'attesa". "Non consentendo la spesa in deficit per questi specifici obiettivi - sottolinea - se è vero che oggi abbiamo compreso che la spesa in sanità può essere considerato un investimento, il rischio potrebbe essere quello di generare ulteriori disagi, aumentando ad esempio la mobilità sanitaria verso le Regioni senza disavanzi, creando disequilibri di bilancio maggiori nel medio periodo di quelli che nel breve si tenta di arginare". "L' Aiop - conclude - rinnova la completa disponibilità delle strutture associate a collaborare in modo efficace e costruttivo per assicurare a tutti gli italiani, senza distinzioni regionali, cure efficaci, efficienti e tempestive". (ITALPRESS). fsc/com 17-Nov-21 15:44 .

di Italpress   

I più recenti

Aran, firmato contratto ricerca 2019-2021
Aran, firmato contratto ricerca 2019-2021
Schillaci, 'entro 2024 pronti ad abolire tetto spesa assunzioni'
Schillaci, 'entro 2024 pronti ad abolire tetto spesa assunzioni'
Ministero, su Lea 2022 dati provvisori che non sono valutazioni finali
Ministero, su Lea 2022 dati provvisori che non sono valutazioni finali
Sondaggio, Ia in medicina utile per 68% italiani
Sondaggio, Ia in medicina utile per 68% italiani

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...