Tiscali.it
SEGUICI

L'indagine, nel mondo 40% operatori ha subito almeno un'aggressione fisica

di Adnkronos   
L'indagine, nel mondo 40% operatori ha subito almeno un'aggressione fisica

Roma, 26 feb. (Adnkronos Salute) - A livello mondiale il 40% dei professionisti della sanità ha subito, nella sua carriera, almeno una violenza fisica, mentre il 60% è stato vittima, almeno una volta, di una violenza verbale e psicologica. Percentuali che ovviamente aumentano notevolmente nei presidi sanitari di guerra, attestandosi al 55% per chi ha subito violenze fisiche e al 70% per quelle verbali. Sono alcuni dati del report realizzato da Associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi), Umem (Unione medici euromediterranea) e Uniti per unire. Per raccogliere le informazioni l'Amsi ha coinvolto centinaia di contatti in tutti i Paesi d'Europa e in Paesi arabi, africani, asiatici e sudamericani, "per ottenere un adeguato e attendibile confronto con quanto accade in Italia", evidenziando che lo Stivale è ai primissimi posti in Europa per numero di aggressioni subite da medici e infermieri.

"L'indagine evidenzia chiaramente come, all'interno dei nostri ospedali, per i professionisti sanitari la situazione sia diventata insostenibile", commenta Foad Aodi, presidente di Amsi, Umem e Uniti per unire. "Gli operatori della salute - sottolinea - sono soggetti a rischio 4 volte in più rispetto a tutte le altre professioni, in particolare nei luoghi del mondo disagiati e poveri. A livello internazionale i reparti dove si registra il maggior numero di aggressioni sono, secondo le nostre indagini: emergenza e pronto soccorso; medicina interna e geriatria; psichiatria e salute mentale; oncologia; ginecologia e ostetricia; ortopedia e traumatologia; pediatria e neonatologia; cardiologia".

"Amsi chiede da tempo - ricorda il presidente - per l'Italia e non solo, un piano più radicale di presenze di presidi di forze dell'ordine e in particolare l'attenzione va posta nei confronti delle nostre donne, in assoluto le vittime sacrificali delle più vili aggressioni. Tutto questo non accade, sia chiaro, solo nei grandi ospedali. I professionisti a rischio sono anche quelli che operano nei luoghi isolati, come nel caso delle guardie mediche". Non è possibile "per un medico, per un infermiere, per uno psichiatra lavorare in una situazione di costante angoscia ed essere oltretutto consapevole di non avere il supporto adeguato", conclude Aodi, evidenziando l'importanza di una organizzazione efficiente dell'assistenza, "in grado di tutelare gli operatori oltre che di garantire il diritto alle cure ai pazienti".

di Adnkronos   

I più recenti

Anelli (Fnomceo), ‘con software e algoritmi cambia lavoro del medico’
Anelli (Fnomceo), ‘con software e algoritmi cambia lavoro del medico’
Anmco, '150mila casi di infarto l'anno in Italia ma migliora trend mortalità'
Anmco, '150mila casi di infarto l'anno in Italia ma migliora trend mortalità'
Ecco i superbatteri più pericolosi per l'uomo, Oms aggiorna lista
Ecco i superbatteri più pericolosi per l'uomo, Oms aggiorna lista
Maltempo, Ordini medici vicini a popolazione: 'a disposizione per soccorsi e assistenza'
Maltempo, Ordini medici vicini a popolazione: 'a disposizione per soccorsi e assistenza'
Teleborsa

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...