Tiscali.it
SEGUICI

Fnomceo, 'aumentano aggressioni, nuova legge non applicata'

di Adnkronos   
Fnomceo, 'aumentano aggressioni, nuova legge non applicata'

Roma, 22 feb. (Adnkronos Salute) - "Crescono le aggressioni ai medici e agli operatori sanitari. La sensazione è che la legge 113 del 2020" in materia di sicurezza per gli esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie nell’esercizio delle loro funzioni "non è applicata e gli effetti di deterrenza che avrebbe dovuto avere sulla popolazione non ci sono. Sono state aumentate le pene per scoraggiare le aggressioni, ma non c'è al momento una condanna. Se una persona sa che può prendere 16 anni di carcere forse ci pensa due volte prima di alzare le mani. La legge per essere efficace deve essere applicata e al momento non lo è. E poi i medici non denunciano, questo è una altro problema". Lo sottolinea all'Adnkronos Salute il presidente della Fnomceo, Federazione Nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri, Filippo Anelli. L'ultima violenza in un ospedale a Palermo dove un primario è stato colpito con un tirapugni da un paziente che pretendeva la prescrizione di un farmaco. "Solo in Puglia - ricorda Anelli, presidente dell'Omceo di Bari - le aggressioni verso gli operatori sono aumentate del 50% con punte del 60-70% in pronto soccorso".

"Nella prassi quotidiana ogni aggressione deve essere segnalata all'autorità giudiziaria che poi fa partire le indagini e il processo - spiega Anelli - Ma stiamo constatando che i medici e le aziende sanitarie non denunciano e i medici che lavorano nei pronto soccorso spesso non conoscono la legge. La sensazione è che il livello di aggressività sia molto alto, l'appello che faccio è di denunciare anche uno spintone o una aggressione verbale". Altro punto che latita è quello dei risarcimenti, "se c'è una violenza contro un operatore deve esserci anche un risarcimento - evidenzia Anelli - i sindacati dovrebbero farsi carico di questo punto con le direzioni, il sistema deve pagare per le aggressioni".

In caso di aggressioni la legge stabilisce sanzioni fino a 5.000 euro e pene fino a 16 anni di reclusione. Sono previsti protocolli operativi con le forze di polizia per garantire interventi tempestivi. Il 12 marzo si celebrerà la Giornata nazionale di educazione e prevenzione contro la violenza nei confronti degli operatori sanitari e socio-sanitari, prevista proprio dalle legge 113.

di Adnkronos   
I più recenti
Malattie rare, da 'Slanci d’amore' per Aisla raccolti oltre 10mila euro
Malattie rare, da 'Slanci d’amore' per Aisla raccolti oltre 10mila euro
Sanità, le liste d'attesa verso una svolta
Sanità, le liste d'attesa verso una svolta
Salute, Fatale (J&J MedTech): Al fianco di Sicob per offrire migliori cure al paziente obeso
Salute, Fatale (J&J MedTech): Al fianco di Sicob per offrire migliori cure al paziente obeso
Salute, Navarra (Sicob): Contro l'obesità scegliere strategia ad hoc per singolo paziente'
Salute, Navarra (Sicob): Contro l'obesità scegliere strategia ad hoc per singolo paziente'
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...