Studio sull’ immunità dei bambini rivela perché i più piccoli si ammalano meno di Covid-19

La ricerca australiana ha dimostrato che il sistema immunitario dei bambini può respingere il coronavirus senza diventare "infettato"

Studio sull’ immunità dei bambini rivela perché  i più piccoli si ammalano meno di Covid-19
TiscaliNews

Perché i bambini si ammalano di Covid 19 meno rispetto agli adulti? A spiegare perché il virus colpisca piccoli e grandi in maniere marcatamente differenti ci ha pensato uno studio appena pubblicato su Nature Communications. Quando si parla di Sars-CoV-2 si è abituati a sentire di pazienti anziani e adulti ricoverati e ammalati anche gravemente. Pochi, per fortuna, sono i casi di bambini. La ricerca condotta da un team di 30 ricercatori guidati dal Murdoch Children's Research Institute di Melbourn ha evidenziato che la maggioranza dei minori che risultano positivi al test sono asintomatici o mostrano sintomi lievi. E inoltre ha rilevato che il sistema immunitario dei bambini può respingere il coronavirus senza diventare "infettato".

Le "cavie accidentali"

Per arrivare a questo risultato gli studiosi hanno monitorato strettamente per un mese i sistemi immunitari di una famiglia con tre figli piccoli. Le 'cavie accidentali' dell'esperimento sono una coppia di genitori rientrati in Australia in marzo senza sapere di essere contagiati e tornati a Melbourne dai tre figli che erano rimasti a casa. Una settimana dopo i genitori sono risultati positivi al tampone, come altre persone con cui erano stati in contatto.

Le analisi

I ricercatori hanno analizzato campioni di sangue, urina, tamponi di saliva, naso e gola della famiglia ogni due-tre giorni. E hanno testato i tre figli quattro volte, sempre con risultato negativo, nonostante la ripetuta esposizione al virus attraverso servizi condivisi e frequenti abbracci e baci con i genitori. Il pediatra Shidan Tosif, responsabile dello studio, scrive che nei test i tre piccoli avevano anticorpi salivari al virus, indicando che il sistema immunitario aveva respinto il virus senza subire infezione e aveva montato una risposta immunitaria. 

I risultati dello studio

"Questo è un primo passo in uno studio veramente approfondito del sistema immunitario dei bambini, per accertare quali componenti possono rispondere al virus", scrive Tosif. "Il fatto che questi bambini abbiano potuto sopprimere il virus senza nemmeno mostrare un risultato positivo al test, suggerisce che abbiano un qualche livello del loro sistema immunitario capace di rispondere ed affrontare con efficacia il virus. Ciò che vorremo sapere è se questo avviene più ampiamente. Sarebbe importante sapere se vi è un gran numero di altri bambini che hanno avuto una risposta immunitaria ma hanno soppresso il virus in modo del tutto invisibile", aggiunge l’esperto.