Tiscali.it
SEGUICI

Clima: Copernicus, estate 2023 la più calda mai registrata

di Adnkronos   
Clima: Copernicus, estate 2023 la più calda mai registrata

Roma, 6 set. (Adnkronos Salute) - La stagione giugno-luglio-agosto del 2023 è stata di gran lunga la più calda mai registrata a livello globale, con una temperatura media di 16,77°C, 0,66°C sopra la media. E' quanto comunica il Servizio per il cambiamento climatico di Copernicus (Copernicus Climate Change Service - C3S), implementato dal Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine per conto della Commissione europea con il finanziamento dell'Ue.

La temperatura media europea per l'estate - fa sapere C3S - è stata di 19,63°C, che con 0,83°C sopra la media risulta la quinta più calda per la stagione estiva. Il periodo giugno-luglio-agosto 2023 ha presentato precipitazioni superiori alla media nell'America settentrionale, occidentale e nordorientale, in alcune parti dell'Asia, del Cile e del Brasile, nell'Australia nordoccidentale e in gran parte dell'Europa occidentale e della Turchia, con record locali di precipitazioni che in alcuni casi hanno provocato inondazioni. Al contrario, l'Islanda, l'arco alpino, la Scandinavia settentrionale, l'Europa centrale, gran parte dell'Asia, il Canada, il Nord America meridionale e la maggior parte del Sud America hanno registrato condizioni più secche della media. In alcune regioni, queste condizioni di siccità hanno persino portato a significativi incendi boschivi.

L'estate 2023 ha assistito a ondate di calore marino in diverse zone d'Europa, tra cui l'Irlanda e il Regno Unito a giugno e il Mediterraneo a luglio e agosto. Il 2023 ha registrato anomalie della temperatura superficiale marina da record nell'Atlantico settentrionale e nell'oceano globale.

Il mese di agosto 2023 - rileva Copernicus - è stato il più caldo a livello globale e più caldo di tutti gli altri mesi, ad eccezione solo di luglio 2023. La temperatura superficiale dell'aria in media globale di 16,82°C registrata nell'agosto 2023 è stata di 0,71°C più calda della media del periodo compreso tra il 1991 e il 2020 per il mese di agosto e di 0,31°C più calda del precedente agosto più caldo dell'anno 2016. Si stima che il mese di agosto 2023 sia stato più caldo di circa 1,5°C rispetto alla media preindustriale del periodo compreso tra il 1850 e il 1900. Sono state registrate ondate di calore in diverse regioni dell'emisfero settentrionale, tra cui l'Europa meridionale, gli Stati Uniti meridionali e il Giappone. Temperature ben superiori alla media si sono registrate in Australia, in diversi Paesi del Sud America e in gran parte dell'Antartide. Le temperature marine dell'aria sono state molto al di sopra della media in diverse regioni.

L'anomalia della temperatura globale per i primi 8 mesi del 2023 (gennaio-agosto) è al secondo posto tra le più calde mai registrate, solo 0,01°C al di sotto dell'anno 2016, attualmente l'anno più caldo mai registrato.

Commenta Samantha Burgess, vicedirettore del C3S: "Con l'agosto più caldo, seguito dai mesi più caldi di luglio e giugno, i record di temperatura globale continuano a infrangersi nel 2023, portando l'estate boreale 2023 ad essere la più calda registrata nei nostri dati che risalgono al 1940. Il 2023 è attualmente al secondo posto tra gli anni più caldi, a soli 0,01ºC dal 2016, quando mancano ancora 4 mesi alla conclusione dell'anno. Nel frattempo, l'oceano globale ha registrato ad agosto sia la temperatura superficiale giornaliera più calda mai registrata, sia il mese più caldo mai registrato. Le prove scientifiche sono schiaccianti: continueremo ad assistere a nuovi record climatici e a eventi meteorologici estremi più intensi e frequenti che avranno un impatto sulla società e sugli ecosistemi, fino a quando non smetteremo di emettere gas serra".

di Adnkronos   
I più recenti
AbbVie ritira alcuni lotti del farmaco oftalmico Exocin
AbbVie ritira alcuni lotti del farmaco oftalmico Exocin
Cardiologi: Cocaina aumenta fino al 23% rischio infarto, Fentanyl spaventa
Cardiologi: Cocaina aumenta fino al 23% rischio infarto, Fentanyl spaventa
Anziani, '1 su 3 vittima di abusi', da geriatri vademecum segnali allarme
Anziani, '1 su 3 vittima di abusi', da geriatri vademecum segnali allarme
Dai vaccini ai preservativi, esperti varano guida per i tifosi Euro 2024
Dai vaccini ai preservativi, esperti varano guida per i tifosi Euro 2024
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...