Covid: Oms, -5% casi e -13% morti in 7 giorni

Covid: Oms, -5% casi e -13% morti in 7 giorni
di Adnkronos

Milano, 24 nov. (Adnkronos Salute) - Dal 14 al 20 novembre il numero di nuovi casi Covid a livello globale segna un -5% rispetto ai 7 giorni precedenti, con oltre 2,4 milioni di contagi segnalati, e le nuove morti calano del 13%, con oltre 7.800 decessi riportati. E' quanto emerge dall'ultimo bollettino settimanale dell'Organizzazione mondiale della sanità, che aggiorna il bilancio complessivo da inizio pandemia a oltre 634 milioni di casi e 6,6 milioni di morti. Negli ultimi 7 giorni analizzati, in Europa i nuovi contagi sono diminuiti dell'11% e i nuovi decessi del 26%, e in Italia sono scesi del 15% e del 22% rispettivamente. L'agenzia ginevrina ribadisce che "le attuali tendenze relative ai casi devono essere interpretate con cautela, perché diversi Paesi hanno modificato progressivamente le strategie di sorveglianza con una riduzione del numero totale di test effettuati e di conseguenza dei contagi rilevati".

I nuovi casi settimanali sono diminuiti o rimasti stabili in cinque regioni Oms (oltre al -11% della regione europea, registrano un -22% il Mediterraneo orientale, un -9% l'Africa, un -4% il Pacifico occidentale e un +3% le Americhe), mentre sono cresciuti dell'8% nel Sudest asiatico. I nuovi decessi sono calati o rimasti stabili in quattro regioni (oltre al -26% della regione europea, riportano un -20% il Mediterraneo orientale, un -11% le Americhe e un +1% il Pacifico occidentali), mentre sono aumentati nelle altre due (più che raddoppiati in Africa, con un +124%, e saliti del 13% nel Sudest asiatico). A livello nazionale, il numero più elevato di nuovi contagi è stato segnalato da Giappone (593.075, +18%), Repubblica di Corea (364.536, +2%), Stati Uniti (274.067, -3%), Francia (186.446, +23%) e Cina (158.813, -8%), mentre in testa per nuove morti ci sono Usa (2.202, -5%), Giappone (702, +27%), Cina (476, +16%), Francia (441, +9%) e Federazione Russa (430, -1%).

Nella settimana considerata, la regione europea ha registrato oltre 724mila nuovi casi e 2.513 nuovi decessi. Nove Paesi hanno riportato un aumento del 20% o superiore, con gli incrementi più alti in Uzbekistan (+136%), Andorra (+111%) e Kirghizistan (+58%). Il numero più alto di nuovi contagi è stato segnalato da Francia (186.446, 286,7/100mila, +23%), Germania (153.843, 185/100mila, -24%) e Italia (153.345, 257,1/100mila, -15%), mentre il dato più alto di nuovi decessi è stato registrato da Francia (441, meno di 1/100mila, +9%), Federazione Russa (430, meno di 1/100mila, -1%) e Italia (379, meno di 1/100mila, -22%).