Tiscali.it
SEGUICI

Sostanza tossica in una crema protettiva per la pelle dei neonati: prodotto ritirato dalle farmacie

La sostanza pericolosa rilevata è il butilparabene: può causare reazioni pericolose

Roberto Zoncadi R.Z.   
Sostanza tossica in una crema protettiva per la pelle dei neonati: prodotto ritirato dalle farmacie

Non usate la crema per il bambino “URIAGE PREMIERE CHANGE CREMA PROTETTIVA BEBE 100 ML”. Con la notifica A12 /0418/19 (del 15 marzo 2019), il RAPEX, sistema comunitario di informazione rapida per i prodotti non conformi, grazie al quale le Autorità nazionali degli Stati membri notificano alla Commissione europea i prodotti che rappresentano un rischio grave per la salute e la sicurezza dei consumatori, ha lanciato un allarme che interessa tutti i genitori. Il prodotto, infatti, contiene al suo interno un conservante che ha possibili effetti tossici sulla riproduzione e lo sviluppo.

Può causare reazioni pericolose

"Il prodotto - si legge nell'avviso diffuso dal Rapex - contiene butilparabene (valore misurato: 0,051 %). Il butilparabene è una sostanza tossica per la riproduzione e può avere una potenziale interferenza endocrina. È vietato l'uso nei prodotti cosmetici da non sciacquare destinati ad essere utilizzati nell'area del pannolino.Il prodotto non è conforme al regolamento sui prodotti cosmetici". Secondo quanto asserisce lo Sportello dei Diritti, il prodotto è confezionato in tubo di plastica da 100 ml di colore blu. L’articolo, prodotto in Francia, è riconoscibile grazie al numero di lotto / codice a barre: 3661434002298, 801202 - EXP 01/21.

Superati i limiti di legge

Il composto organico aromatico individuato fa parte della famiglia dei parabeni ed è molto diffusa tra i prodotti cosmetici. Si tratta di un conservante, che agisce contro muffe e lieviti, ma il cui utilizzo viene ammesso nei prodotti cosmetici con un limite massimo di 0.4% per un singolo estere e di 0,8% per le miscele. Può invece essere impiegato allo 0,14% per la somma delle concentrazioni individuali. L’Europa, dal 2014 a oggi, ha vietato cinque parabeni: isopropilparaben, Isobutylparaben, phenylparaben, benzilparaben e pentylparaben. Altri 2, il Propylparaben e Butylparaben, sono vietati nei prodotti cosmetici senza risciacquo da applicare sui bambini al di sotto dei 3 anni.

Roberto Zoncadi R.Z.   
I più recenti
Università, a Roma Tor Vergata il nuovo corso di laurea in Medicina veterinaria
Università, a Roma Tor Vergata il nuovo corso di laurea in Medicina veterinaria
Aneurisma dell'aorta, tecnica soft 'made in Rimini'
Aneurisma dell'aorta, tecnica soft 'made in Rimini'
Tumori, svelato meccanismo molecolare della leucemia dei bimbi
Tumori, svelato meccanismo molecolare della leucemia dei bimbi
Internisti, 'contro spossatezza no caffè o tè, meglio doccia fredda'
Internisti, 'contro spossatezza no caffè o tè, meglio doccia fredda'
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...