Nel boccale di birra anche dell’erbicida, ecco le marche che contengono “glifosato”

Trovate tracce importanti nella cinese Tsingtao, ma anche nella Corona, nella Budweiser, nella Heineken e nella Guinness

Nel boccale di birra anche dell’erbicida, ecco le marche che contengono “glifosato”
di R.Z.

La birra è una delle bevande più conosciute e apprezzate al mondo. Grazie alle sue infinite varianti aromatiche ha conquistato milioni di consumatori. Quando la si gusta, tuttavia, non ci si domanda sempre cosa contenga. Ora però uno studio di laboratorio condotto negli Stati Uniti dal Public interest research group (Pirg) porta alla luce una verità che potrebbe non piacere a tanti. Secondo gli esperti, che hanno concentrato le proprie attenzioni su 5 vini e 15 marche di birra - provenienti da Usa, Asia ed Europa - nel 95 per cento delle bottiglie esaminate vi sono tracce importanti di glifosato, il famigerato erbicida totale (non selettivo), classificato dall’International Agency for Research on Cancer (Iarc) come sostanza "probabile cancerogena per l'uomo".

Le analisi di laboratorio

Nonostante diversi studi di laboratorio abbiano negli anni dimostrato che la capacità della sostanza di arrecare danni genetici alle cellule, le prove di carcinogenicità sull'uomo e sugli animali risultano esser ancora oggi limitate. I risultati dello studio, pubblicati sulle pagine ufficiali di Pirg, hanno dimostrato che la presenza della sostanza viene trascurata dalla quasi totalità dei produttori di birra, anche per quelle etichettate come biologiche. E i ricercatori ci tengono comunque a precisare che la presenza di glifosato all’interno della pregiata bevanda “non significa che bere questi alcolici sia per forza pericoloso”, ma di certo, come evidenzia Il Salvagente, che ha rilanciato lo studio, il dato è inedito.

La lista

Birre

Coors Light (Usa) – 31,1 ppb (parti per miliardo)
Tsingtao Beer (Cina) – 49,7 ppb
Miller Lite (Usa) – 29,8 ppb
Budweiser (Usa) – 27,0 ppa
Corona Extra (Messico) – 25,1 ppb
Heineken (Olanda) – 20,9 ppb
Guinness Draught (Irlanda) – 20,3 ppb
Stella Artois (Belgio) – 18,7 ppb
Ace Perry Hard Cider (Usa) – 14,4 ppb
New Belgium Fat Tire Amber Ale (Usa) – 11,2 ppb
Sam Adams New England IPA (Usa) – 11 ppb
Sierra Nevada Pale Ale (Usa) – 11,8 ppb
Stella Artois Cidre (Belgio) – 9,1 ppb
Samuel Smith’s Organic Lager (Regno Unito) – 5,7 ppb
Peak Beer Organic IPA (Usa) – non rilevato

Vini

Sutter Home Merlot (Usa) – 51,4 ppb
Beringer Estates Moscato  (Usa) – 42,6 ppb
Barefoot Cabernet Sauvignon (Usa) – 36,3 pub
Inkarri Estates Malbec: Certified Organic (Argentina) – 5,3 ppb
Frey Organic Natural White Blend (Usa) – 4,8 ppb

Riferimenti