Una potente miscela di farmaci “efficace” contro il coronavirus cinese

Un paziente cinese di 71 positivo al coronavirus è risultato negativo dopo l'assunzione di un mix di Lopinavir, Ritonavir e Oseltamivir

Una potente miscela di farmaci “efficace” contro il coronavirus cinese
TiscaliNews

Un team di scienziati cinesi potrebbe aver individuato un punto debole del coronavirus 2019-nCoV. Stando a quanto pubblicato sulle pagine di France24 i ricercatori avrebbero identificato, in un mix di farmaci contro l’HIV, un prezioso alleato contro il virus, che fino a questo momento ha infettato oltre 24 mila persone, causando la morte di 500 soggetti. Il cocktail, benché promettente, potrebbe richiedere molto tempo (forse troppo) prima di poter essere impiegato come trattamento ufficiale.

I medici, riferisce France24, hanno confermato di aver somministrato un mix di farmaci anti-HIV ai pazienti con coronavirus e la risposta è sembrata del tutto favorevole. Ai pazienti con diagnosi di influenza comune, solitamente viene prescritto il Tamiflu. Ma l’influenza stagionale, evidenzia Sylvie van Der Werf all’Istituto Pasteur di Parigi, è “molto diversa dal coronavirus cinese”. Contro il 2019-nCoV sembrerebbe funzionare un mix di Lopinavir e Ritonavir: usati insieme riducono la quantità di cellule HIV nel sangue di un paziente, riducendo la capacità del virus di riprodursi e attaccare il sistema immunitario.

L’equipe ha poi combinato il trattamento con un altro farmaco antinfluenzale, chiamato Oseltamivir, sperando che il cocktail potesse indebolire il nuovo coronavirus. In Tailandia, dove allo stato attuale sono stati isolasti 25 casi di coronavirus, un paziente cinese di 71 positivo al coronavirus, è risultato negativo allo stesso dopo appena 48 ore dall’assunzione dei tre farmaci. Il medicinale, avvertono però i medici tailandesi, raccomandano estrema cautela. Il farmaco va assunto soltanto all’interno di strutture ospedaliere specializzate, a causa di possibili effetti collaterali.

Ma sono tantissimi, a livello globale, gli scienziati impegnati nella ricerca contro il nuovo coronavirus. Altri studi promettenti sono in corso anche in Cina. La Gilead Sciences, con sede in California, ha affermato di lavorare con le autorità cinesi su studi clinici per determinare se Remdesivir, un farmaco usato per trattare la SARS, sia efficace contro il corornavirus cinese. Parallelamente, altre società, stanno sviluppando dei trattamenti completamente nuovi. Il dipartimento US Health and Human Services sta collaborando con Regeneron Pharmaceuticals per sviluppare anticorpi monoclonali in grado di combattere l’infezione.

Riferimenti