Tiscali.it
SEGUICI

I medici dei pronto soccorso: "Tanti ricoveri per mix di patologie ai polmoni, non solo ad anziani e per Covid"

De Iaco: "Abbiamo anche 40enni con polmonite ma non Covid". Poi sottolinea: "Bilancio feriti Capodanno desolante, stupidità di cinque minuti può costare l'invalidità"

Carlo Ferraioli di Carlo Ferraioli   
Pazienti con infezioni polmonari in cura (foto Ansa)
Pazienti con infezioni polmonari in cura (foto Ansa)

Queste prime 48 ore del 2024 hanno portato nei pronto soccorso "tanti feriti per i botti di Capodanno" che si sommano "al grandissimo lavoro sui pazienti anziani e fragili che sono ricoverati per un mix di febbre e virus respiratori con la necessità di assistenza". Così all''Adnkronos Salute' Fabio De Iaco, presidente nazionale della Società italiana medicina dell'emergenza urgenza (Simeu), fa il punto della situazione. "Attenzione - avverte - non c'è solo l'aumento dei pazienti over 80 più o meno vaccinati, ma sto vedendo anche pazienti 40enni con polmonite sinciziale non Covid. Anzi, ultimamente arrivano meno casi Covid in pronto soccorso. Vedremo cosa accadrà dopo la Befana".

Resti di fuochi d'artificio lasciati per strada a Fiumicino - Foto Ansa

Sui feriti per i botti arrivati nei pronto soccorso italiani, De Iaco dice che "il bilancio di questo Capodanno è desolante" in termini di feriti ed è "figlio di una assoluta stupidità: ce ne rendiamo conto solo il giorno dopo la notte del 31 dicembre". Durante la notte di domenica sono stati 274 i feriti, di cui 12 dovuti all'uso di armi da fuoco e 262 da fuochi d'artificio. I ricoverati di quest'anno sono stati 49 con un aumento che risulta quindi pari al 52% rispetto al Capodanno 2023.

"La stupidità di 5 minuti può costare un'invalidità per tutta la vita e la lezione del Covid non mi pare abbia cambiato le cose - aggiunge - perdere tre dita di una mano o un occhio vuol dire avere un'invalidità permanente e non essere più produttivo. È molto avvilente vedere ancora tanti feriti per i botti e i fuochi d'artificio arrivare nei pronto soccorso".

Carlo Ferraioli di Carlo Ferraioli   

I più recenti

Malattie rare, Roccella: Valorizzare ruolo e competenze donne caregiver nel lavoro
Malattie rare, Roccella: Valorizzare ruolo e competenze donne caregiver nel lavoro
Malattie rare, Graffigna (Cattolica): Figura femminile centrale in patologie e assistenza
Malattie rare, Graffigna (Cattolica): Figura femminile centrale in patologie e assistenza
Vaccini, esperti: L'assistente sanitario è figura decisiva per la somministrazione
Vaccini, esperti: L'assistente sanitario è figura decisiva per la somministrazione
Malattie rare, Rossi (Alexion): Impatto devastante in donne pazienti e caregiver
Malattie rare, Rossi (Alexion): Impatto devastante in donne pazienti e caregiver

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...