Green pass e durata, terza dose vaccino e viaggi: cosa cambia e da quando

Definita la questione del tampone per chi arriva dall'estero. Per i viaggiatori provenienti dai paesi dell'Ue sarà sufficiente il green pass e non servirà più il tampone

Foto Ansa
TiscaliNews

Si va verso l'estensione della durata del green pass per chi ha effettuato tutto il ciclo vaccinale compresa la dose booster. Secondo quanto si apprende - però - nessuna decisione è stata ancora presa. Il tema potrebbe, infatti, essere affrontato ed una decisone presa dopo l'elezione del Presidente della Repubblica.

Ogni valutazione, spiegano fonti del ministero della Salute, sulla durata va prima valutata da lato scientifico. La proroga dovrebbe partire dal primo febbraio, data in cui la durata per chi ha effettuato due dosi (e per le persone guarite) scenderà da 9 a 6 mesi. Inoltre in merito all'ordinanza in scadenza al 31 gennaio sull'obbligo di tampone per chi rientra dall'estero, sempre muniti di Super green pass, l'orientamento è quello di non confermarla.

Allo studio anche l'ipotesi richiesta del presidente Fugatti che chiede di riconoscere il green pass ai turisti stranieri che vogliono trascorrere un periodo di vacanza sulle Alpi. Per regolare gli ingressi dall’estero e i corridoi Covid-free basterà un’ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza.

Si è invece definita la questione del tampone per chi arriva dall'estero, con Regioni ed operatori turistici che ne chiedevano l'eliminazione. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha infatti firmato la nuova ordinanza che proroga da febbraio le misure per gli arrivi dall'estero, Ma per i viaggiatori provenienti dai paesi dell'Ue sarà sufficiente il green pass e non servirà più il tampone. Con la stessa ordinanza, inoltre, vengono prorogate anche le misure per i corridoi turistici, che riguardano anche ulteriori destinazioni. Intanto, oggi un'altra ordinanza della Salute ha stabilito che la validità delle certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti-Covid "già emesse e di nuova emissione, per gli usi previsti dalla normativa vigente, "è prorogata sino al 28 febbraio 2022".