Terrorismo: indagine, mamma 50enne si definiva il 'sergente maggiore di Hitler'

di Adnkronos

Padova, 28 nov. (Adnkronos) - Si definiva 'sergente maggiore di Hitler' la 50enne, madre di un bambino piccolo, di Cittadella (Padova), coinvolta dell'indagine antiterrorismo compiuta dalla Digos nei confronti di un'organizzazione pronta a costituire un partito nazista nel nostro paese."A Cittadella abbiamo perquisito l'abitazione di una 50enne impiegata, che sul web si definiva 'sergente maggiore di Hitler', sequestrando numeroso materiale di propaganda per la costituzione 'di un partito nazionalsocialista italiano lavoratori' - spiega all'Adnkronos il dirigente della Digos di Padova, Giovanni Di Stavola - e un volantino di minacce contro Emanuele Fiano (Pd). La 50nne era molto attiva sul web anche nella ricerca di altri affiliati". Secondo quanto ricostruito dagli investigatori della Digos, la donna, impiegata e incensurata, era un punto di riferimento nazionale dell'organizzazione e sarebbe stata ai vertici di questo "Partito Nazionalsocialista Italiano dei lavoratori". In casa sua gli investigatori hanno trovato materiale per la propaganda, striscioni con svastiche, simboli antisemiti e bandiere naziste. La donna è stata denunciata per associazione terroristica e apologia del fascismo.