Veneto, aggiornato il prezziario delle opere pubbliche

Veneto, aggiornato il prezziario delle opere pubbliche
di Italpress

venezia (ITALPRESS) - La Giunta regionale del Veneto, su proposta della Vicepresidente con delega ai Lavori pubblici Elisa De Berti, ha approvato l'aggiornamento annuale del prezzario regionale delle opere pubbliche. "Si tratta di uno strumento operativo importante, riferimento per la quantificazione preventiva, la progettazione e la realizzazione delle opere pubbliche in Veneto. Completezza e aggiornamento sono infatti assi cruciali per avere e garantire una fotografia attendibile su costo dei prodotti, attrezzature e lavorazioni. Quest'anno la revisione attuata è ancora più significativa perché, oltre all'evoluzione del mercato legata all'emergenza Covid-19 ci si è dovuti confrontare anche con le conseguenze sull'aumento dei prezzi derivanti dalla situazione energetica e alla congiuntura internazionale", spiega la vicepresidente De Berti. Particolarmente atteso sia dalle stazioni appaltanti di lavori pubblici sia dalle imprese edili, l'aggiornamento è basilare per eliminare parte degli intoppi e dei ritardi su iter già lunghi e complessi di realizzazione di opere. L'aggiornamento del prezzario regionale annuale vede un accordo di collaborazione, con il Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche. Sottoposto all'esame della Commissione regionale appalti, che ha espresso parere favorevole, il provvedimento è conseguente e coerente anche rispetto al recentissimo decreto del 17 maggio del Governo relativo all'obbligo di aggiornamento straordinario infrannuale. L'aggiornamento 2022, infine è stato preceduto da una serie di incontri con gli "stakeholders" raccogliendo suggerimenti ed osservazioni in merito. Tra i principali aggiornamenti effettuati, che tengono conto oltre che dei costi delle materie prime anche dell'aumento degli interventi eseguiti sfruttando i Bonus edilizi e delle opere pubbliche legate al PNRR, si segnalano l'introduzione del settore Opere Edili Cam (Criteri Ambientali Minimi), molte voci del Settore Opere Stradali, e l'inserimento del Settore Opere Agroforestali. Per le misure anti-Covid-19, si è provveduto all'adeguamento dei prezzi delle misure di sicurezza rivolte alla gestione dei cantieri. Complessivamente si passa da 16.200 voci del prezzario 2021 alle circa 18.200 dell'attuale. - Foto Agenzia Fotogramma - (ITALPRESS). fil/com 20-Mag-22 17:43