E.Romagna, Fvg e Veneto insieme per promuovere la riviera Adriatica

E.Romagna, Fvg e Veneto insieme per promuovere la riviera Adriatica
di Italpress

BOLOGNA (ITALPRESS) - Uno spot tv da 20 secondi per raccontare 300 km di spiagge tra Friuli-Venezia Giulia, Veneto ed Emilia-Romagna. È il cuore della campagna di promozione messa in campo dalle tre regioni per rilanciare in Germania le località turistiche dell'Alto Adriatico, mete da sempre dei turisti tedeschi. L'iniziativa nasce da un accordo triennale tra Friuli-Venezia Giulia, Veneto ed Emilia-Romagna che prevede un investimento annuale di 300 mila euro suddivisi equamente tra le tre regioni. La pianificazione per l'estate 2020 svilupperà invece azioni di comunicazione del valore di oltre 1,8 milioni di euro, con l'obiettivo di veicolare un messaggio ai visitatori tedeschi anche in merito alle norme di sicurezza e prevenzione che garantiranno la tutela dei turisti nelle tre regioni. Previsti in tutto più di 2 mila passaggi dello spot sulla Web TV di "Wetter.com", il più noto sito di previsioni meteo tedesco, e 830 passaggi televisivi su canali tv nazionali privati generalisti, per un totale di 115 milioni di contatti complessivi. Dal 6 luglio partiranno altri spot a tema turismo all'aria aperta con immagini di campeggi e strutture (per l'Emilia-Romagna ci saranno quelle di Ferrara, Ravenna e Riviera di Comacchio), mentre sul sito Wetter.com è stata pianificata una campagna online con "traffic driver", con banner che rimandano a una landing page dedicata all'offerta di vacanza delle tre Regioni e con rimandi ai rispettivi portali turistici. In programma entro l'anno anche un Workshop online per la commercializzazione delle proposte di vacanza delle tre Regioni, che ospiterà secondo l previsioni più di 100 buyer nazionali ed internazionali. La campagna è stata presentata oggi dai presidenti delle tre Regioni Stefano Bonaccini (Emilia-Romagna), Luca Zaia (Veneto) e Massimiliano Fedriga (Friuli-Venezia Giulia), in videocollegamento da tre spiagge simbolo della Riviera adriatica. "Ho sempre detto che dall'emergenza sanitaria ne saremmo usciti insieme - ha detto Bonaccini - la stessa unità che serve adesso per la piena ripartenza, andando al di là dei confini geografici e delle differenze politiche. Tutto nella massima sicurezza, perché resta una priorità osservare rigidamente le misure di distanziamento sociale. Vedo un'occasione storica nei prossimi mesi", ha proseguito poi parlando dell'importanza di sostenere e promuovere il settore turismo. (ITALPRESS). gna/mgg/red 01-Lug-20 18:34