Coronavirus, Zaia "Massima attenzione, Zona Arancione dietro l'angolo"

Coronavirus, Zaia 'Massima attenzione, Zona Arancione dietro l'angolo'
di Italpress

ROMA (ITALPRESS) - "In Veneto abbiamo 3.578 nuovi casi da ieri, a fronte di 53.289 tamponi in un giorno, un record di tamponi". Lo ha detto il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, nel punto stampa sul Coronavirus. "Attualmente abbiamo 59.705 positivi in Veneto, per un totale di 98mila da inizio pandemia. Quindi vuol dire che il 60% dei positivi li abbiamo tutti in questa seconda fase, perché si fanno molti più tamponi", ha detto ancora Zaia. "Purtroppo abbiamo da ieri altri 52 morti, con 2.816 vittime totali", ha aggiunto il governatore veneto. "Sono preoccupato, non vorrei che qualcuno abbassasse la guardia. Non è una vittoria essere in zona gialla, non abbiamo vinto nulla. Vi chiedo di non andare in centro, di diluire gli incontri, di non andare tutti nello stesso posto. Lo chiedo in particolare ai ragazzi di evitare assembramenti. Ci vuole la massima attenzione perché la zona arancione è dietro l'angolo" ha aggiunto Zaia. "In Veneto l'Rt è 1,29 e siamo l'unica grande regione del Nord in zona gialla, ma non sono convinto che i colleghi di Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia abbiano situazioni diroccate" ha detto il presidente. "Mi rendo conto, conoscendo le condizioni dell'Emilia Romagna e del Friuli Venezia Giulia che stiamo discutendo di algoritmi e calcoli che corrono sul filo dei millimetri" ha spiegato ancora Zaia. "Penso quindi che noi veneti dobbiamo guardare con attenzione totale a quello che stiamo facendo. Questa collocazione in zona gialla, che pur conferma l'abbassamento importante dell'indice Rt e la situazione in generale, non può peraltro far dimenticare a tutti che abbiamo una pressione importante sugli ospedali, con più di 2.200 malati di Covid ricoverati, dei quali circa 230 in terapia intensiva" conclude il presidente del Veneto. (ITALPRESS). spf/tvi/red 14-Nov-20 15:18