Coronavirus: Zaia "Chiediamo autonomia per procedere riaperture"

Coronavirus: Zaia 'Chiediamo autonomia per procedere riaperture'
di Italpress

VENEZIA (ITALPRESS) - "Il Veneto porta avanti, assieme ad altri colleghi, la volontà di proporre di potere aprire tutto. È difficile pensare che l'apertura che abbiamo ad oggi sia un fatto di salvaguardia rispetto a quello rimasto chiuso. Oggi non c'è il lockdown quindi gli incontri tra cittadini sono ad alta intensità. Spero che si possa pensare quantomeno a dare la facoltà alle regioni di attivare aperture". Lo ha detto il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, nella conferenza stampa sui numeri del coronavirus. "Tutto - ha precisato in riferimento alle riaperture - non prescinde dalle indicazioni sanitarie". "Penso che il governo debba pendere atto - ha continuato - del fatto che a livello nazionale c'è eterogeneità nella risposta sanitaria e nelle vicende epidemiologiche. È fondamentale che si deleghino le Regioni sulla base di un piano". "Il primo giugno - ha aggiunto - è un'era glaciale per noi. Penso che sia assolutamente una data inopportuna da pensare per una riapertura ancora parziale. Il quadro è radicalmente cambiato. Spero ci sia un documento delle regioni - ha evidenziato, anche in riferimento alla riunione con i governatori - però da parte nostra chiediamo l'autonomia di poter procedere. Noi siamo pronti ma non abbiamo base giuridica per riaprire". Sulla riapertura delle spiagge, Zaia ha aggiunto: "Penso che all'aperto in spiaggia, osservando regole minimali si possa fare turismo". (ITALPRESS). ymu/tvi/red 07-Mag-20 13:42