Passeur furgone, "promessi 500 euro"

Passeur furgone, 'promessi 500 euro'
di ANSA

(ANSA) - AOSTA, 18 GEN - "Ero diretto a Barcellona e mi avevano promesso 500 euro al mio rientro. Ero arrivato qui per trasportare mobili, come avevo fatto altre volte". E' stato interrogato stamane in carcere dal pm Eugenia Menichetti il passeur romeno di 50 anni arrestato ieri al traforo del Monte Bianco. Guidava un furgone per trasporto merci, noleggiato a Torino, con a bordo 26 migranti non in regola con le norme di ingresso in Francia. Si tratta di 23 indiani, due pakistani e un bengalese, tra i quali anche due sedicenni. Altri 12 erano a bordo di due monovolume. La procura contesta a lui e agli altri tre arrestati - un pakistano di 51 anni e due iracheni di 30 e 43 anni - il reato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina con diverse aggravanti: l'aver esposto al pericolo l'incolumità personale, il trattamento inumano o degradante, lo scopo di profitto e la minorata difesa. Il passeur interrogato oggi è difeso dall'avvocato Genny Bouc, gli altri tre dall'avvocato Valeria Fadda.