Geenna, rischio faida dopo lite ragazzi

Geenna, rischio faida dopo lite ragazzi
di ANSA

(ANSA) - AOSTA, 24 GEN - Si è sfiorata una 'guerra' tra famiglie calabresi che vivono in Valle d'Aosta dopo una lite scoppiata tra due ragazzi. E' accaduto nel giugno-luglio 2015 - come si legge nell'ordinanza di custodia cautelare per l'operazione 'Geenna' sulle infiltrazioni nella regione alpina - quando c'era stata una collutazione tra il nipote di Antonio Raso e il figlio di Salvatore Filice, con quest'ultimo che aveva riportato contusioni guaribili in 6 giorni. "La vicenda rileva in quanto dimostrativa di dinamiche interne alle due fazioni tipiche della 'ndrangheta - si legge nell'ordinanza - in cui un mero litigio tra ragazzi provoca reciproche pretese di rispettabilità tali da muovere la stessa locale di San Luca al fine di comporre gli attriti. In particolare, emerge la valenza dei Nirta di San Luca quali referenti per salvaguardare l'onore famigliare".