Ucraina: missione solidarietà dal Trentino Alto Adige

di Askanews

Milano, 24 mar. (askanews) - Equipaggiamenti completi per allestire un campo profughi per accogliere oltre 500 persone più un container di generi alimentari e di prima necessità: è il contributo di solidarietà portato dalla Protezione civile del Trentino e dell'Alto Adige ai profughi ucraini in cerca di riparo dalle bombe russe. Il convoglio di 11 tir che ha trasportato il materiale, dopo un viaggio di circa duemila chilometri, è giunto in Moldavia, a Anenii Noi, una località a circa 60 chilometri dal confine con l Ucraina."E' questo un contributo fattivo di solidarietà che il Trentino Alto Adige oggi dimostra - ha detto il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, nel salutare la partenza della colonna di aiuti - Tutte le forze e le competenze della nostra Protezione civile sono state messe in capo per dare un aiuto e un forte sostegno organizzativo anche per allestire le strutture che verranno poi utilizzate da quanti scappano dalla guerra"."Adesso bisogna dimostrarsi solidali e sperare che la guerra finisca presto - ha aggiunto Arno Kompatscher, presidente della Provincia autonoma di Bolzano - Nessuno avrebbe immaginato che saremmo intervenuti in uno scenario di guerra in Europa. Ma ora quello che possiamo fare è dare un aiuto alle persone costrette a lasciare la propria casa, la propria patria. E siamo orgogliosi di poterlo fare: la nostra Protezione civile è formata e attrezzata per dare ora un sostegno concreto".Gli operatori della Protezione Civile, dopo la consegna dei materiali, provvederanno anche a fornire le istruzioni necessarie per il corretto impiego delle attrezzature e per l'allestimento delle 92 tende complete di impianto elettrico e riscaldamento, oltre che per il montaggio delle torri faro e dei quadri elettrici.