Mps: Bariatti, 'in sicurezza patrimonio artistico della banca'

di Adnkronos

Siena, 10 apr. - (AdnKronos) - E' stato messo in sicurezza il patrimonio artistico di proprietà di Monte dei Paschi di Siena, iscritto al bilancio per un valore complessivo di 121 milioni di euro e circa 31mila opere, che perciò non potrà essere venduto o ceduto. Lo ha reso noto Stefania Bariatti, presidente dell'istituto di credito senese, nel corso della conferenza stampa di presentazione della "Dichiarazione non finanziaria consolidata 2018". Il piano di ristrutturazione della banca, approvato dall'Unione europea, prevedeva la cessione delle opere d'arte non vincolate. "Ma quasi la totalità delle opere sono soggette a vincoli, in alcuni casi anche pertinenziali", ha precisato Bariatti e quindi ciò comporta la loro non cedibilità. "Quasi tutte le opere d'arte, quindi, non potranno essere cedute", ha chiarito la presidente di Mps, perché il censimento svolto ha riconosciuto il loro assoggettamento a determinati vincoli di legge. Il patrimonio artistico di proprietà di Mps è considerato straordinario, potendo vantare opere che spaziano dal 13esimo al 20esimo secolo, tra cui spicca la Pinacoteca antica custodita a Rocca Salimbeni, sede storica della banca a Siena. Con le acquisizioni nel corso del tempo, Mps possiede anche da tempo le collezioni d'arte, presenti, ad esempio, nella banca in Veneto e in provincia di Mantova. La presidente Stefania Bariatti ha ricordato anche che "le sovrintendenze si sono attivate in modo da sottoporre ai vincoli i beni artistici che ne hanno i requisiti; e ciò ha comportato l'ampiamento dei beni vincolati".