Albero su tenda da campeggio, morte bimba di 3 anni e la sorella 14enne

Albero su tenda da campeggio, morte bimba di 3 anni e la sorella 14enne
di Adnkronos

Massa Carrara, 30 ago. (Adnkronos) - Di Silvia Mancinelli Tragedia in un campeggio di Marina di Massa, a Massa Carrara. Questa mattina, a causa di una tromba d'aria, un pioppo alto 4 metri, pochi minuti prima delle 8, è crollato sulla tenda nella quale si trovava una famiglia. Una bimba di 3 anni è morta sul colpo e anche la sorella 14enne, trasportata in condizioni disperate in ospedale, non ce l'ha fatta. Sono state attivate le procedure per l'espianto degli organi. Leggermente ferita la sorella maggiore, 19 anni, illesi il fratellino di 9 anni e il papà e la mamma. La famiglia di origini marocchine, e più precisamente di Casablanca, da tempo abita a Torino. In un’altra tenda, nel campeggio 'Verde Mare', anche uno zio dei bambini. Insieme erano arrivati a Marina di Massa per le vacanze il 18 agosto scorso e sarebbero ripartiti domani. "Una tragedia. Una tromba d'aria ha interessato stamattina l'area costiera della provincia. Un albero si è abbattuto su una delle tende in un campeggio, dove eravamo anche noi" la testimonianza di Valentina, milanese in vacanza nella stessa struttura. Il titolare del camping 'Verde Mare' è stato sentito dai carabinieri di Massa Carrara impegnati nelle indagini. Gli inquirenti dovranno cercare di accertare eventuali responsabilità ed è per questo che, nelle prossime ore, la Procura nominerà un consulente tecnico, un agronomo esperto, in grado di verificare le condizioni del pioppo sradicato. "La tragica scomparsa delle due sorelle che erano in vacanza a Marina di Massa ci addolora profondamente. Una vacanza tramutata in tragedia. Un forte, commosso abbraccio ai genitori e ai loro familiari". Così su Facebook il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, si stringe alla famiglia torinese delle due bambine. Su tutta la Toscana si è abbattuta un’ondata di maltempo tipica del periodo estivo e soprattutto delle estati di questi ultimi anni, che ha insistito in modo particolare nel nord ovest della regione e che la Protezione civile regionale sta continuando a monitorare attentamente in queste ore.