Università Palermo, vaccino anti-Covid per 2000 tra docenti e personale

Università Palermo, vaccino anti-Covid per 2000 tra docenti e personale
di Italpress

PALERMO (ITALPRESS) - Ha preso il via in mattinata la campagna di vaccinazione promossa dall'Università degli Studi di Palermo in collaborazione con il Policlinico, una due giorni intensiva nel weekend del 27 e 28 febbraio che consentirà la somministrazione del siero di AstraZeneca a oltre duemila tra docenti, ricercatori e personale dell'Ateneo. Un passaggio fondamentale nell'ambito del ritorno in presenza degli studenti del primo anno, che per la prima volta si affacciano al mondo universitario. E Unipa, nell'ambito di un graduale ritorno alla normalità dopo un anno stravolto dalla pandemia, li accoglie in sicurezza, come spiega il rettore Fabrizio Micari: "L'8 marzo riapriamo le porte della nostra Università agli studenti del primo anno, si tratta delle matricole che si sono iscritte all'Università senza mai aver visto un'aula universitaria", sottolinea Micari all'Italpress. "Li riaccogliamo, ma era necessario farlo in sicurezza. Per questa ragione - prosegue - abbiamo voluto queste giornate di vaccinazione massiccia e intensiva di tutti coloro che potevano essere sottoposti, dunque i soggetti al di sotto dei 65 anni per le limitazioni del vaccino e nell'ambito del piano vaccinale. Tra oggi e domani arriveremo a oltre 2000 vaccinati. C'è stata come sempre una bella collaborazione con il Policlinico. Abbiamo messo a disposizione la nostra struttura e il personale amministrativo che sta dando una mano - conclude il rettore, tra i primi a essersi vaccinati - Dimostra che quando c'è volontà di sinergia le cose si possono fare bene". Per portare avanti una campagna vaccinale di proporzioni importanti come quella voluta dall'Ateneo palermitano è stato individuato come punto di riferimento l'Edificio 19 di Viale delle Scienze per mettere in piedi un hub vaccinale che, con dieci postazioni, può garantire la somministrazione di circa mille dosi al giorno, risultato storico nell'ambito di un centro vaccinale non afferente a un'Azienda sanitaria provinciale. I docenti e il personale universitario under 65 ai quali verrà somministrata la prima dose dovranno poi effettuare la seconda - in accordo con le indicazioni delle autorità competenti - dopo tre mesi, quindi a maggio. Nei mesi successivi, secondo le tempistiche del piano vaccinale, la campagna di Unipa sarà estesa anche alle altre figure del mondo universitario, tra cui gli studenti. (ITALPRESS). bil/fsc/vbo/r 27-Feb-21 16:39