Tiscali.it
SEGUICI

Truffa a Ue, sequestrati 760 mila euro a 3 imprenditori nell'agrigentino

di Italpress   
Truffa a Ue, sequestrati 760 mila euro a 3 imprenditori nell'agrigentino

AGRIGENTO (ITALPRESS) - La Guardia di Finanza ha eseguito il decreto con cui il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Sciacca, su richiesta del Procuratore Europeo Delegato di Palermo, ha disposto il sequestro preventivo di 760.000 euro, nei confronti di tre imprenditori saccensi e di altrettante società da loro amministrate. La misura cautelare trae origine dalle indagini, coordinate dalla Procura Europea, condotte dai finanzieri, che hanno esaminato la documentazione fornita a rendiconto delle spese sostenute per la realizzazione di due opifici da un'importante azienda attiva nella produzione di olio d'oliva, secondo un progetto d'investimento ammesso a beneficiare di un contributo a fondo perduto pari al 50% dell'importo complessivo, nell'ambito dei fondi stanziati da Unione Europea, Stato e Regione per la trasformazione, commercializzazione e sviluppo dei prodotti agricoli.

L'attenzione degli investigatori è stata attratta da un contratto di appalto ritenuto dal contenuto palesemente antieconomico, stipulato dalla società beneficiaria del contributo con un'impresa di costruzioni riconducibile a prossimi congiunti dell'amministratore. L'accordo si sostanziava nella fatturazione, in acconto e a stato avanzamento lavori, di opere edili solo in minima parte e per un brevissimo periodo dirette e realizzate dalla società appaltatrice con propri mezzi e maestranze. Quest'ultima, priva di autonomia organizzativa e senza subire il rischio d'impresa, si è limitata ad interporsi tra appaltante e reali esecutori dei lavori, emettendo fatture con l'indicazione di costi artatamente gonfiati, se non in alcuni casi totalmente inesistenti, al solo fine di far aumentare l'importo complessivo dell'investimento. Il sistema della presunta frode aveva tre scopi principali: beneficiare di un contributo di importo maggiore, in quanto calcolato sui costi rendicontati; consentire l'evasione delle imposte, mediante l'integrale indebita detrazione dell'I.V.A. esposta nelle fatture emesse dalla società fittiziamente interposta; destinare ad altri scopi gran parte dei capitali utilizzati dall'impresa beneficiaria della frode per il pagamento delle fatture "gonfiate". In particolare, si ritiene che 260.000 euro, così fuoriusciti dalle casse della società appaltante, siano stati utilizzati per il saldo di pendenze debitorie a carico di altra impresa riconducibile agli indagati, onde evitarne l'escussione del patrimonio personale. L'esecuzione del provvedimento magistratuale ha consentito di sottoporre a sequestro denaro, beni immobili e altre disponibilità finanziarie per circa 760.000 euro, ai fini della successiva eventuale confisca.- Foto: ufficio stampa Guardia di Finanza - (ITALPRESS). pc/com 23-Feb-24 09:26 .

di Italpress   

I più recenti

L'ultimo saluto ad Agostino, Arcivescovo Palermo Esempio di resistenza alla mafia
L'ultimo saluto ad Agostino, Arcivescovo Palermo Esempio di resistenza alla mafia
Siracusa, 75 chili di marijuana sotto terra: scoperto il bunker della droga
Siracusa, 75 chili di marijuana sotto terra: scoperto il bunker della droga
Torneo Regioni di Calcio a 5, Morgana Sicilia tra le protagoniste
Torneo Regioni di Calcio a 5, Morgana Sicilia tra le protagoniste
Stroncato traffico di droga all'ombra della mafia, 4 arresti nel Catanese
Stroncato traffico di droga all'ombra della mafia, 4 arresti nel Catanese

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...