Maltempo senza tregua in Sicilia, un morto a Scordia. Allerta rossa

Maltempo senza tregua in Sicilia, un morto a Scordia. Allerta rossa
di Italpress

PALERMO (ITALPRESS) - Il maltempo continua a flagellare il Sud, in particolare il versante nord e orientale della Sicilia e parte della Calabria. Intensi temporali e venti di burrasca continueranno a imperversare già da stasera e per l'intera giornata di domani, al punto che la Protezione civile ha previsto la proroga dell'allerta rossa. Allerta che diventa arancione sulle restanti zone dell'Isola e su settori della Calabria. Gialla su Abruzzo, Basilicata, Molise, su gran parte del Lazio, e settori della Calabria. Si è vissuta un'altra giornata tragica. E' stato infatti ritrovato senza vita il corpo dell'uomo di 67 anni disperso ieri sera per il maltempo in contrada Ogliastro, a Scordia, nel Catanese. Era in un vicino agrumeto, a poca distanza dal luogo in cui era stato visto l'ultima volta. Ancora nessuna notizia della moglie di 65 anni. Le ricerche proseguono. I comuni di Scordia e Palagonia, sempre nel Catanese, sono in ginocchio. "Ho espresso il mio cordoglio al sindaco, Franco Barchitta, per la tragedia che ha colpito la comunita' di Scordia - dice il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci -. Provo dolore e rabbia per quanto e' accaduto, oltre a profonda preoccupazione per il persistere dell'ondata di eccezionale maltempo che interessa in queste ore, in particolare, la Sicilia orientale". Il capo della Protezione civile siciliana, Salvo Cocina, in sopralluogo a Scordia, ha dichiarato che "stiamo facendo una conta dei danni e valutando le condizioni di eventuale pericolo per rimuoverle. L'allerta e' stata data in tempo. Purtroppo tanti cittadini non rispettano l'invito a restare a casa". A Francofonte e Lentini, nel Siracusano, i vigili del fuoco hanno soccorso alcuni nuclei familiari rimasti isolati e automobilisti in panne a causa delle forti precipitazioni e del fango. Grande paura sull'autostrada A18 Messina-Catania. Al km 10,800 un masso del peso di circa una tonnellata si e' riversato sulla corsia di valle che conduce in direzione Messina, all'altezza del Comune di Scaletta. Dalle prime ricostruzioni sembra che il blocco di pietra sia rotolato dalla cima del rilievo a seguito dell'erosione dei terreni collinari (di proprieta' privata) determinata dai forti temporali e dalle abbondanti piogge. Il masso rotolando ha prima attraversato la collinetta che sovrasta la galleria autostradale di monte della carreggiata in direzione Catania (per la quale sono in corso i lavori di rifacimento del manto stradale), terminando poi la propria corsa, senza provocare danni a mezzi e persone, sulla carreggiata. Situazione difficile anche a Messina. Mentre a Catania il torrente Forcile è esondato nel quartiere Santa Maria Goretti, vicino all'aeroporto: diverse case allagate e automobilisti in panne nei pressi dello scalo di Fontanarossa, dove si sono registrati disagi. Sarà una giornata complicata anche quella del 26 ottobre. Chiuse le scuole a Catania, Messina e Ragusa e in diversi comuni delle rispettive province. Anche ville comunali e cimiteri rimarranno sigillati. Allagamenti e paura anche in Calabria, Il sindaco di Reggio, Giuseppe Falcomata' ha prorogato la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado sul territorio comunale per la giornata di domani. Lo stesso avverrà a Catanzaro e Vibo. (ITALPRESS). fsc/red 25-Ott-21 21:55