Eni: Crocetta, Gela non merita ritardi

Eni: Crocetta, Gela non merita ritardi
di ANSA

(ANSA) - PALERMO, 19 APR - "L'Eni non può assolutamente legare gli investimenti per la riconversione green della raffineria di Gela agli esiti dei ricorsi presso il Consiglio di Stato presentati dai comuni di Scicli, Licata, Palma di Montechiaro e Sciacca. La Sicilia e Gela non meritano questo comportamento". Lo dice il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, a conclusione della riunione al Mise tra Eni, sindacati e amministratori. Per Crocetta "occorre cominciare subito, il progetto di riconversione e di investimenti è già in ritardo ed è inaccettabile per una città, Gela, che si trova in una condizione di disperazione sociale". "L'Eni è stata troppo frettolosa ad abbandonare il territorio - sostiene il governatore -sapeva bene che il processo di riconversione sarebbe stato lento e doveva operare in modo diverso".